115 scienziati scomparsi! Cosa succede nel mondo della scienza?

La preoccupazione è tanta in relazione alla drammatica notizia di 115 scienziati scomparsi. Scopriamo chi sono e i misteri attorno le loro morti.

115 scienziati scomparsi: sembra un bel numero, se solo non si trattasse di una drammatica notizia! Questi scienziati, infatti, non sono scomparsi dai loro paesi di origine verso altre mete per cercare lavoro (la cosiddetta “fuga dei cervelli” così tanto tristemente in voga in questi periodi) ma sono morti in circostanze improvvise.

Nessuno riesce a spiegarsi il perché di questi 115 scienziati scomparsi. Perché delle personalità così eccellenti, che tanto si sono prodigate per la scienza e la società, possano essere decedute di una morte imprevista.

Cosa accade nel mondo della scienza?

Conosciamo alcuni dei nomi di questi 115 scienziati scomparsi:

  • il Dott. Richard Crowe, tragicamente morto in un inspiegabile incidente in Arizona. Tra i primi a lanciare il programma di laurea di astronomia all’università, ha contribuito al progresso della scienza con molte pubblicazioni inerenti la letteratura astronomica e le stelle variabili pulsanti, formando molti studenti con il telescopio di Mauna Kea e vincendo, nel 2015, il premio di eccellenza per l’insegnamento.
  • Gelareh Bagherzadeh, donna attivissima nel campo dell’ingegneria genetica molecolare all’MD Anderson Cancer Center di Houston, a livello sociale si è impegnata tanto per promuovere i diritti delle donne iraniane, ma l’hanno uccisa brutalmente con un colpo alla testa.
  • James S. Miller, un uomo dall’intelligenza di gran lunga sopra la media: laureato in biochimica medica e chimica con ottimi risultati, ha insegnato molto nelle facoltà di infermieristica e altre facoltà della salute. Aggredito da alcuni delinquenti nella sua stessa casa, è morto a soli 58 anni.
  • Un giovanissimo ragazzo di 35 anni è il quarto nome svelato dei 115 scienziati scomparsi in circostanze ancora da chiarire: stiamo parlando di Zachary Greene Warfield, impegnato nella difesa della sicurezza nazionale e coinvolto in molti progetti di consulenza tecnologica e aerospaziale, è morto in un incidente in barca sul fiume Potomac.
  • Annegati in una piscina dell’Hotel di Branson sono Fanjun Meng e Chunyang Zhang. I due hanno iniziato la loro carriera nell’ambito scientifico lavorando sull’implicazione dei pesticidi nelle colture. Uno di 29 e l’altro di 26 anni, rientrano nella triste lista dei 115 scienziati scomparsi recentemente.
  • Una vita soffocata da una malattia sconosciuta è quella di Gregory Stone, ricercatore che ha fondato alcune importanti organizzazioni per il monitoraggio dei venti, delle onde e delle correnti al largo della costa della Louisiana. Il suo impegno è stato riconosciuto a livello internazionale ed è stato anche un validissimo insegnante. Anche quella di Gregory Stone è una tragica morte improvvisa.
  • Tra i 115 scienziati scomparsi rientra anche il musulmano Massoud Ali Mohammadi, assassinato nella sua auto. Era uno scienziato politicamente attivo nella città di Teheran, di recente contro le recenti elezioni che sosteneva fossero state pilotate. Per questa stessa motivazione, cercava di fomentare i suoi studenti, al fine di renderli uomini liberi ed indipendenti. Una delle sue dichiarazioni più forti è stata:”Non abbiate mai paura di un proiettile”. Neanche lui ne aveva!
  • Un apparente suicidio con l’utilizzo del cianuro ha posto fine alla giovane vita di Chitra Chauha, insegnante di chimica nei dottorati di ricerca. Sembra abbia lasciato un biglietto di addio, dove riportava l’utilizzo della sostanza per provocare la sua morte, ma gli inquirenti hanno asserito che il cianuro è stato trovato in forma granulare, quindi non pericoloso per la vita. Come è morta Chitra? Per adesso rientra nella lista dei 115 scienziati scomparsi senza una risposta.
  • La morte di Malcolm Casadaban è ancor più incredibile perché si tratta di peste. Infatti la sua ricerca aveva proprio l’obiettivo di sperimentare sui vaccini che potessero limitare i casi di peste nei paesi a rischio.
  • Morto in circostanze apparentemente sconosciute anche il ventinovenne Yongsheng Li che studiava biologia molecolare in Cina. La sua famiglia ancora cerca giustizia per una morte così misteriosa.
  • Colpito alla testa con una bottiglia di champagne Leonid Strachunsky, era specializzato nella creazione di microbi resistenti alle armi biologiche ed è stato trovato morto nella sua stanza d’albergo a Mosca.

Dilaga l’angoscia a livello internazionale!

Una comprensibile angoscia dilaga in tutto il mondo. Tante sono le testate giornalistiche che si interessano a questo caso, ma molto spesso, chiunque indaghi, si ritrova a girovagare in un labirinto senza uscita.

Da alcuni nomi di questi 115 scienziati scomparsi e dalla descrizione delle loro rispettive morti (chi assassinato, chi apparentemente ucciso da malattie improbabili o da oggetti contundenti) sembra si sia creato un vero e proprio enigma, in base al quale, qualcuno o forse semplicemente l’avverso destino, si è scagliato contro queste persone innocenti strettamente legate al mondo della ricerca scientifica.

Questo resta un enigma che difficilmente verrà chiarito e possiamo solo diffondere le loro storie perché non vengano dimenticate. Ecco le immagini di alcuni dei 115 scienziati scomparsi in circostanze misteriose!

 

Lascia il tuo commento:

commenta