Il caso Genovese continua a tenere banco tra i temi affrontati nel corso della trasmissione Mattino 5. Quest’oggi fanno discutere i commenti dell’avvocato Bernardini De Pace, tornata a ribadire la propria posizione su quanto accaduto nelle feste private di Alberto Genovese durante le quali una ragazza sarebbe stata violentata dall’ex amministratore delegato di Facile.it.

Caso Genovese, la controversa opinione dell’avvocato De Pace e la replica di Carmelo Abbate

A seguire le forti dichiarazioni dell’avvocato Annamaria Bernardini De Pace, collegata in video con lo studio di Mattino 5:

Una persona di 18 anni che vota nel nostro Paese deve essere in grado di capire se andarci o non andarci. O è totalmente scemo chi ci va, oppure ha un interesse specifico. Mi hanno detto che l’interesse c’era. Uno non si mette nella posizione “forse potrebbe esserci un rischio”. Cioè, noi insegniamo ai nostri figli a non usare la droga, perché la droga distrugge i neuroni. Insegniamo ai nostri figli di non frequentare gli sconosciuti, di non andare nelle case che non conosciamo. Cioè, forse mancano i genitori dietro queste ragazze. Però io non mi riesco ad immaginare una di 18 anni che ha voglia come una pazza di droga, perché in queste feste c’è droga in cambio di sesso, quindi sono già pronte a dare il sesso come prezzo della droga. Poi succedono questi orrori, perché ci sono degli uomini ancora più distrutti dalla droga. Ma se non vai lì non ti succede.

Pronta è arriva la replica di Carmelo Abbate, noto giornalista e scrittore italiano, opinionista delle trasmissioni Mattino 5 e Quarto Grado. Potete ascoltare le sue dichiarazioni aprendo il video qui sotto.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

Potrebbe interessarvi anche: Lo sciopero dei dipendenti pubblici divide gli ospiti di Mattino 5


🔥 Non perderti le migliori offerte su TV e Casa, segui il nostro canale Telegram: t.me/scontipuntocasa 🔥