Vittorio Feltri si scatena sul caso del calciatore Suarez: “L’Italia è piena zeppa di stranieri che parlano come Bingo Bongo”

Vittorio Feltri si scatena sul caso del calciatore Suarez: “L’Italia è piena zeppa di stranieri che parlano come Bingo Bongo”

Vittorio Feltri è voluto intervenire a gamba tesa sul caso Suarez, il calciatore attualmente in forza all’Atletico Madrid che in estate sembrava a un passo dalla Juventus, dopo aver conseguito il passaporto italiano grazie all’esame – rivelatosi poi una farsa – conseguito presso l’Università di Perugia. Il noto giornalista, ex direttore del quotidiano Libero, si è detto sorpreso del polverone mediatico scoppiato attorno all’ex giocatore del Barcellona, prendendosela con i migranti:

Mi auguro che la storia si riveli una bolla di sapone e si smetta di considerare tuono un semplice peto. In conclusione, faccio notare che la penisola è piena zeppa di stranieri che parlano come Bingo Bongo, ai quali nessuno torce un capello.

Caso Suarez, polemiche dopo le parole offensive di Vittorio Feltri contro i migranti

Come era prevedibile, le controverse dichiarazioni di Vittorio Feltri hanno scatenato il putiferio in rete e sui social. In un articolo pubblicato da Enzo Boldi per Giornalettimo, l’autore ha puntato il dito contro il noto giornalista:

Questa ossessione per i migranti, utilizzati anche come metro di paragone per il caso Suarez è l’evidenza di una situazione completamente fuori controllo nella sua dialettica.

In conclusione, Boldi dà un consiglio spassionato al “collega”:

Feltri dovrebbe indignarsi perché stava per essere concessa una cittadinanza a caso, solo perché il soggetto interessato aveva un conto in banca superiore alla media.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

Ricordiamo come la Juve sotto il profilo sportivi rischi da una semplice ammenda con diffida fino all’esclusione del campionato.

Potrebbe interessarvi anche: Pomeriggio 5, imprenditore paga la festa di Elisa De Panicis

Condividi

Federico Pisanu

Appassionato di viaggi, da bambino volevo fare l'astronauta. Svanito il sogno aerospaziale mi sono appassionato alla scrittura, soprattutto in ambito tecnologico e televisivo. Per visione e mentalità sono inoltre affascinato da Steve Jobs e Michael Jordan.

Lascia un commento