Golden Globe 2021, i vincitori: l’Italia vince con la Pausini, Netflix domina

Golden Globe 2021, i vincitori: l’Italia vince con la Pausini, Netflix domina

Si sono conclusi i Golden Globe 2021 e in questa edizione tutta in streaming a trionfare c’è stata anche un po’ di Italia: il brano di Laura Pausini “Io Sì” del film ‘La vita davanti a sé’ di Edoardo Ponti, che ha visto come protagonista l’intramontabile Sophia Loren, è stata premiato come miglior canzone originale del 2020.

Nomadland’, invece, è stato eletto miglior film drammatico per questi Golden Globe 2021 e questa vittoria apre al film di Chloe Zhao, con Frances McDormand, la strada per gli Oscar. La Zhao, oltretutto, ha vinto il premio come miglior regista ed è solo la seconda donna nella storia a ricevere tale riconoscimento, a 37 anni di distanza dal trionfo di Barbra Streisand che, per l’occasione, ha postato sul proprio profilo Twitter un testo con scritto “Era ora”. Sacha Baron Cohen con il sequel di ‘Borat‘ ha vinto il premio come miglior commedia e anche come miglior attore.

La serata è stata condotta da Tina Fey e Amy Poehler ed è stata all’insegna del tema dell’inclusione e dell’assenza di diversità tra i candidati ai Golden Globe 2021, anche per far fronte alla polemica dei giorni scorsi di chi aveva detto di non aver membri non bianchi all’interno del suo organico. Ma quali sono stati i vincitori delle varie categorie dei Golden Globe 2021? Scopriamolo insieme!

Golden Globe 2021, tutti i vincitori di questa edizione

Se l’Italia è riuscita ad essere presente con una canzone di Laura Pausini, possiamo tranquillare scrivere che la regina della serata è stata la piattaforma digitale di streaming Netflix.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina

Miglior Drama

The Crown (Netflix) – vincitore –
Lovecraft Country (Hbo)
The Mandalorian (Disney+)
Ozark (Netflix)
Ratched (Netflix)

Miglior Musical o Comedy

Schitt’s Creek (Pop Tv) – vincitore –
Emily in Paris (Netflix)
The Flight Attendant (Hbo Max)
The Great (Hulu)
Ted Lasso (Apple Tv+)

Miglior Miniserie o Film-tv

La regina degli scacchi (Netflix) – vincitore –
Normal People (Hulu/Bbc)
Small Axe (Bbc One)
The Undoing (Hbo)
Unorthodox (Netflix)

Miglior attore protagonista di una serie tv Drama

Josh O’ Connor, per il ruolo del Principe Carlo in The Crown (Netflix) – vincitore –
Jason Bateman, per il ruolo di Martin Byrde in Ozark (Netflix)
Bob Odenkirk, per il ruolo di Saul Goodman in Better Call Saul (Amc)
Al Pacino, per il ruolo di Meyer Offerman in Hunter (Amazon Prime Video)
Matthew Rhys, per il ruolo di Perry Mason in Perry Mason (Hbo)

Miglior attrice protagonista di una serie tv Drama

Emma Corrin, per il ruolo di Diana Spencer in The Crown (Netflix) – vincitrice –
Olivia Colman, per il ruolo della Regina Elisabetta II in The Crown (Netflix)
Jodie Comer, per il ruolo di Villanelle/Oksana Astankova in Killing Eve (Bbc America)
Laura Linney, per il ruolo di Wendy Byrde in Ozark (Netflix)
Sarah Paulson, per il ruolo di Mildred Ratched in Ratched (Netflix)

Miglior attore protagonista di una serie Musical o Comedy

Jason Sudeikis, per il ruolo di Ted Lasso in Ted Lasso (Apple Tv+) – vincitore –
Don Cheadle, per il ruolo di Maurice Monroe in Black Monday (Showtime)
Nicholas Hoult, per il ruolo di Pietro III di Russia in The Great (Hulu)
Eugene Levy, per il ruolo di Johnny Rose in Schitt’s Creek (Pop Tv)
Ramy Youssef, per il ruolo di Ramy Hassan in Ramy (Hulu)

Miglior attrice protagonista di una serie Musical o Comedy

Catherine O’Hara, per il ruolo di Moira Rose in Schitt’s Creek (Pop Tv) – vincitrice –
Lily Collins, per il ruolo di Emily Cooper in Emily in Paris (Netflix)
Kaley Cuoco, per il ruolo di Cassie Bowden in The Flight Attendant (Hbo Max)
Elle Fanning, per il ruolo di Caterina II di Russia in The Great (Hulu)
Jane Levy, per il ruolo di Zoey Clarke per Lo straordinario mondo di Zoey (Nbc)

Miglior attore protagonista di una Miniserie o Film-tv

Mark Ruffalo, per il ruolo di Dominik e Thomas Birdsey in I Know This Much Is True (Hbo) – vincitore –
Bryan Cranston, per il ruolo di Michael Desiato in Your Honor (Showtime)
Jeff Daniels, per il ruolo di James Comey in Sfida al presidente-The Comey Rule (Showtime)
Hugh Grant, per il ruolo di Jonathan Frazer in The Undoing (Hbo)
Ethan Hawke, per il ruolo di John Brown in The Good Lord Bird (Showtime)

Miglior attrice protagonista di una Miniserie o Film-tv

Anya Taylor-Joy, per il ruolo di Beth Harmon ne La regina degli scacchi (Netflix) – vincitrice –
Cate Blanchett, per il ruolo di Phyllis Schlafly in Mrs. America (Fx)
Daisy Edgar-Jones, per il ruolo di Marianne in Normal People (Bbc Three/Hulu)
Shira Haas, per il ruolo di Esty Shapiro in Unorthodox (Netflix)
Nicole Kidman, per il ruolo di Grace Fraser in The Undoing (Hbo)

Miglior attore non protagonista in tv

John Boyega, per il ruolo di Leroy Logan in Small Axe (Bbc One) – vincitore –
Brendan Gleeson, per il ruolo di Donald Trump in Sfida al Presidente-The Comedy Rule (Showtime)
Daniel Levy, per il ruolo di David Rose in Schitt’s Creek (Pop Tv)
Jim Parsons, per il ruolo di Henry Wilson in Hollywood (Netflix)
Donald Sutherland, per il ruolo di Franklin Reinhardt in The Undoing (Hbo)

Miglior attrice non protagonista in tv

Gillian Anderson, per il ruolo di Margaret Thatcher in The Crown (Netflix) – vincitore –
Helena Bonham Carter, per il ruolo della Principessa Margaret in The Crown (Netflix)
Julia Garner, per il ruolo di Ruth Langmore in Ozark (Netflix)
Annie Murphy, per il ruolo di Alexis Claire Rose in Schitt’s Creek (Pop Tv)
Cynthia Nixon, per il ruolo di Gwendolyn Briggs in Ratched (Netflix)

Condividi

Simone D'avolio

Lascia un commento