Se succede qualcosa, vi voglio bene: com’è nato il corto Netflix

Se succede qualcosa, vi voglio bene: com’è nato il corto Netflix

All’interno della piattaforma streaming Netflix, qualche tempo fa, è stato caricato il cortometraggio intitolato Se succede qualcosa, vi voglio bene (If Anything Happens I Love You, in inglese). A dirigere il progetto ci hanno pensato Will McCormack e Michael Govier insieme alla Gilbert Film e prodotto dalla Oh Good Production, con Laura Dern (The Big C, Storia di un matrimonio) come produttrice esecutiva.

La trama racconta di due genitori che, all’indomani di una tragica sparatoria a scuola, devono affrontare la perdita della figlia e il vuoto emotivo dentro di loro. Il corto tratta di un tema caldo e, purtroppo, sempre attuale soprattutto negli Stati Uniti. Si fa fronte alla problematica del gun control, ovvero le leggi che regolano la produzione, la vendita e il possesso di armi da fuoco.

All’interno del corto Netflix, infatti, vediamo i genitori ripercorrere la vita della figlia e immaginare come sarebbe diventata da grande. Un processo che, dopo un iniziale allontanamento dovuto al dolore, li porta a un riavvicinamento.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina

Se succede qualcosa, vi voglio bene è ispirato da una storia vera?

La risposta a questa domanda è “sì e no“. I registi, infatti, hanno ascoltato molteplici testimonianze da parte di genitori che hanno vissuto questa drammatica esperienza. Quindi il racconto raggruppa un insieme di storie vere, le quali si sono fuse per dare vita al breve film di 12 minuti. McCormack e Govier hanno voluto rendere onore a tutte le vittime, ma anche ai sopravvissuti di queste stragi, la cui unica colpa è stata quella di recarsi a scuola un giorno come tanti altri.

A sostenere Se succede qualcosa, vi voglio bene ha provveduto anche la Everytown for Gun Safety. Si tratta di un’organizzazione senza scopo di lucro che si batte per la non violenza e per l’uso controllato delle armi. I membri sono stati talmente tanto coinvolti nel progetto che i registi hanno presentato loro la sceneggiatura anche prima di lavorare sull’animazione.

Potrebbe interessarti anche: Netflix, La regina degli scacchi segna il record di miniserie più vista di sempre sulla piattaforma

Condividi

Nicolò Figini

Lascia un commento