Il Codacons denuncia il video di Chiara Ferragni e Baby K

Il Codacons denuncia il video di Chiara Ferragni e Baby K

La guerra tra i Ferragnez e il Codacons sembra non avere mai fine. Questa estate, infatti, l’associazione dei Consumatori aveva denunciato Fedez per diffamazione, calunnia, violenza, associazione a delinquere, minacce plurime e induzione a commettere reati. Tutto questo perché il rapper aveva pubblicato un post su Twitter in cui diceva che la raccolta fondi organizzata dall’associazione per aiutare la lotta contro il Coronavirus stava aiutando solo loro. Questo, ovviamente, non è piaciuto ai diretti interessati.

Nelle ultime ore, invece, pare che il Codacons abbia fatto partire la denuncia per il videoclip del brano “Non mi basta più” di Chiara Ferragni e Baby K. Andiamo a scoprire qualche dettaglio in più.

Il Codacons denuncia il video della canzone “Non mi basta più”

Il Codacons, quindi ha denunciato il video in cui vediamo Chiara Ferragni e Baby K insieme mentre cantano. Ma perché questa decisione? Sembrerebbe che l’Associazione dei Consumatori abbia fatto appello all’Antitrust per pubblicità occulta. Nel comunicato, riportato anche dal sito Biccy, infatti, possiamo leggere in modo più approfondito la motivazione.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina

Il caso della canzone ‘Non mi basta più’ di Baby K e Chiara Ferragni è emblematico, perché non solo il videoclip del brano mostra a più riprese i prodotti di un noto marchio per la cura dei capelli, ma addirittura il nome dell’azienda produttrice viene menzionato anche nel testo stesso della canzone, che si trasforma da tormentone estivo a vera e propria pubblicità in musica.

Qui sotto vi lasciamo anche il video della canzone per poter capire meglio a cosa si riferiscono. Ma le loro affermazioni non finisco qui. Infatti chiedono anche l’obbligo, da parte delle emittenti radiofoniche e televisive, di censurare la parte del brano interessata:

Presenteremo un esposto all’Autorità per la concorrenza in cui si chiede di aprire un procedimento sia contro il videoclip in questione, sia contro la canzone di Baby K e Chiara Ferragni, valutando l’obbligo per le emittenti radiofoniche e televisive di censurare il brano nella parte in cui sponsorizza il noto marchio commerciale.

Riuscirà il Codacons a portare a termine questa denuncia contro il video di Chiara Ferragni e Baby K? Lo sapremo solo tra qualche tempo.

Potrebbe interessarti anche: La Contessa furiosa con Paolo Brosio al GF Vip 5: ‘Hai rotto con queste minacce del ciufolo’

Condividi

Nicolò Figini

Lascia un commento