Quarto Grado torna stasera con l’inchiesta sulla morte di Maria Paola Gaglione

Quarto Grado torna stasera con l’inchiesta sulla morte di Maria Paola Gaglione

Nuovo appuntamento stasera, venerdì 18 settembre, con Quarto Grado, l’appuntamento televisivo in onda su Rete 4 condotto da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero. Nella puntata di oggi si parlerà ancora della morte di Maria Paola Gaglione, la ragazza di 18 anni originaria di Caivano che una settimana fa ha perso la vita dopo un incidente in motorino. Dalle prime ricostruzioni, a procurare la caduta dallo scooter della 18 enne sarebbe stato suo fratello Michele, che non accettava la relazione tra la sorella e Ciro Migliore. In studio, i due conduttori presenteranno un’inchiesta sul caso, per fare maggiore chiarezza sulla morte della giovane Maria Paola.

La lettera della famiglia Gaglione

Nel corso della puntata di oggi di Quarto Grado non mancheranno nemmeno i commenti alla lettera scritta dai genitori di Maria Paola Gaglione e inviata alla redazione di Pomeriggio 5, il contenitore pomeridiano di Canale 5 condotto da Barbara d’Urso. La famiglia Gaglione rispedisce al mittente le accuse di omofobia, affermando con forza che la loro preoccupazione fosse per la persona (Ciro) e non per il suo orientamento sessuale. A questo proposito, i due genitori hanno rimarcato di non credere alla tesi dell’aggressione (il figlio Michele si trova in carcere con l’accusa di omicidio preterintenzionale, ndr), ricordando l’amore che il ragazzo provava per la sorella.

In conclusione, i Gaglione si dissociano dalle frasi omofobe a loro attribuite, spiegando che qualsiasi sentimento di odio o discriminazione per motivi sessuali sia lontano dalla loro “famiglia umile e cristiana“.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

Foto di Maria Paola Gaglione sui social

Aggiornamenti sulla morte di Viviana Parisi e Gioele

Oltre all’inchiesta sul caso Maria Paola Gaglione, Quarto Grado tornerà ad occuparsi anche della morte di Viviana Parisi e del piccolo Gioele, con gli ultimi aggiornamenti sulla vicenda che ha scosso l’opinione pubblica italiana durante il mese di agosto. Ci si interrogherà in particolare sul motivo per il quale non siano stati chiamati i soccorsi dopo l’incidente in auto e se il bambino fosse rimasto ferito.

Potrebbe interessarvi anche: Chi l’ha visto torna a occuparsi del caso di Barbara Corvi

Condividi

Federico Pisanu

Appassionato di viaggi, da bambino volevo fare l'astronauta. Svanito il sogno aerospaziale mi sono appassionato alla scrittura, soprattutto in ambito tecnologico e televisivo. Per visione e mentalità sono inoltre affascinato da Steve Jobs e Michael Jordan.

Lascia un commento