L’Assedio, Daria Bignardi torna con quattro puntate speciali a partire dal 21 ottobre 2020

L’Assedio, Daria Bignardi torna con quattro puntate speciali a partire dal 21 ottobre 2020

Mercoledì 21 ottobre 2020 riparte una nuova stagione del programma condotto da Daria Bignardi, ovvero L’Assedio. Così come l’anno scorso andrà in onda sul canale NOVE. Si tratta di quattro puntate speciali, in prima serata, nelle quali intervisterà vari ospiti. Questi arriveranno da diversi ambiti, come per esempio la politica, lo spettacolo, la musica e lo sport, per citarne alcuni.

Ma andiamo subito a vedere quali saranno i personaggi che andrà a intervistare nella prima puntata e le novità all’interno del cast.

Anticipazioni sugli ospiti de L’Assedio del 21 ottobre 2020 e le novità

Come tutte le trasmissioni televisive da quasi un anno, ormai, ci si concentrerà sulla pandemia che ha messo in ginocchio il mondo intero. Le sue domande, Daria Bignardi, le rivolgerà a Massimo Galli, il primario di Malattie Infettive al Sacco di Milano. Proseguendo, poi, nel corso della puntata ci si sposterà su argomenti più leggeri.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

Troveremo, infatti, Stefano Mancuso, botanico e direttore del laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale. In seguito ci saranno anche la giornalista Selvaggia Lucarelli, l’attore Giovanni Storti, la cantante Skin, il fumettista Zerocalcare e il musicista Francesco Bianconi, il quale presenterà la sua ultima fatica discografica.

Una novità sicuramente da segnalare, nella puntata del 21 ottobre 2020 de L’Assedio, è la presenza del cantautore Lucio Corsi. L’artista, quindi, sarà presente con la sua band e porterà un tocco musicale all’interno della trasmissione.

ricordiamo, infine, che il programma andrà in onda per quattro settimane sul canale NOVE e potrà essere recuperato in streaming grazie alla piattaforma DPlay. Si tratta di una piattaforma gratuita. Infatti non c’è nemmeno il bisogno di inserire una mail o una password per utilizzarla.

Di solito, però, alcuni programmi vengono caricati una settimana prima rispetto alla messa in onda, ma in questo caso si parla di DPlay Plus. In questo caso si tratta di un servizio a pagamento. I primi quattordici giorni sono gratuiti per chi si abbona la prima volta. In seguito l’abbonamento si rinnova automaticamente a 3,99 euro al mese o 39,90 euro all’anno.

Potrebbe interessarti anche: Tommaso Zorzi confessa di avere una cotta per Oppini (stavolta davvero)

Condividi

Nicolò Figini

Lascia un commento