Grazie alla vittoria dei Maneskin, quest’anno, l’Eurovision Song Contest si terrà a Torino. Dal 10 al 14 marzo, gli spettatori potranno trascorrere le serate in compagnia di una delle gare canore più attese. Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika avranno il compito di condurre l’evento. Sarà un’occasione imperdibile che gli consentirà di vivere un viaggio davvero emozionante. La cantante di La Solitudine, durante l’intervista per RTVE Play, si è lasciata sfuggire qualcosa in più sul suo ruolo. In particolare, si è soffermata su una clausola che loro, in quanto conduttori, devono rispettare.

Laura Pausini pronta a salire sul palco dell’Eurovision Song Contest: “È una nuova sfida”

Laura Pausini è felicissima di condurre un evento come L’Eurovision Song Contest 2022. Durante la sua carriera, ha avuto modo di confrontarsi con tante occasioni preziose, ma questa costituirà una novità assoluta.

Visto che si tratterà di una gara internazionale, sarà importante padroneggiare l’inglese. La cantante ha ammesso di non vedere l’ora di iniziare questa avventura. Conosce molti aspetti del mondo della musica, ma le dinamiche del Contest internazionale le sono totalmente estranee:

Voglio viverla come una nuova avventura. Dopo tanti anni a fare questo lavoro, conosco molto bene tutti i suoi aspetti, ma questo mondo dell’Eurovision, non lo so,  è una nuova sfida e mi dà molte vibrazioni

Chi preferisce Laura Pausini? Le parole della cantante

Laura Pausini e i suoi colleghi si stanno preparando da parecchio tempo a L’Eurovision Song Contest. Conoscono i cantanti che prenderanno parte alla sfida ma, come stabilito da una clausola, non possono incontrarli personalmente:

Quale mi piace di più? Non posso dirlo! Quando abbiamo firmato il contratto come conduttori, ci hanno imposto di non incontrare i concorrenti finché non ci vediamo a Torino.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina

Non è permesso neanche pronunciarsi in merito alle performance. Per il momento, ha preferito non rivelare il suo concorrente preferito perché le sue parole, in qualche modo, potrebbero influenzare le future votazioni del pubblico:

Non so dire quale sia il mio preferito, perché siccome mi conoscono in diverse nazioni, se dico ad esempio che mi piace il concorrente svedese, in Italia possono votarlo.

I conduttori italiani si dimostreranno all’altezza del compito? Stando alle premesse, sembra ci siano tutte le carte in regola affinché ciò accada.


🔥 Non perderti le migliori offerte su TV e Casa, segui il nostro canale Telegram: t.me/scontipuntocasa 🔥