Cuochi d’Italia ritorna dal 4 gennaio nella versione classica, ecco le novità

Cuochi d’Italia ritorna dal 4 gennaio nella versione classica, ecco le novità

Cuochi d’Italia torna da oggi, lunedì 4 gennaio, su TV 8 alle ore 19:30 dal lunedì al venerdì. Dopo aver assistito allo Speciale Vip di Natale, dove la showgirl Paola Barale e il giornalista Fabio Caressa si sono sfidati a colpi di fuochi, fiamme e padelle per aggiudicarsi il titolo di miglior cuoco, lo show prodotto da ‘Banijay Italia’ è pronto a tornare nella versione classica in prima assoluta.

Alessandro Borghese è stato confermato e terrà le redini del programma ‘Cuochi d’Italia – Il campionato delle regioni’. Insieme a lui, inoltre, ci saranno i due apprezzatissimi e storici giurati della trasmissione: Gennaro Esposito e Cristiano Tomei. Tutti e tre, come siamo stati abituati a vedere nelle edizioni precedenti, dovranno giudicare la preparazione dei rappresentati delle Regioni che hanno deciso di partecipare alla gara. In palio, per chi arriverà primo e riuscirà a vincere questa nuova edizione, aggiudicandosi il titolo di Miglior Cuoco Regionale d’Italia, ci sono dieci mila euro in gettoni d’oro.

Cuochi d’Italia, le regole della gara: il formato non è stato stravolto

I partecipanti allo show di cucina I Cuochi d’Italia saranno venti, esattamente come le Regioni d’Italia. I protagonisti principali, però, non saranno proprio i concorrenti, ma i primi e i secondi piatti tipici della tradizione di ogni singola Regione. Essi, infatti, verranno preparati con materie prime di qualità e a testimoniare sulla realizzazione delle pietanze, ci saranno delle persone che provengono  dai rispettivi territori d’origine di ciascun cuoco che ha deciso di prendere parte alla gara.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

Secondo le indiscrezioni che sono in possesso di Tutto.tv e che sono state anche riportate sul sito ‘dituttounpop.it’, nello specifico, il format è rimasto pressoché invariato. Ogni episodio è composto da due manche, dove i Cuochi d’Italia dovranno preparare una pietanza che sarà poi oggetto di giudizio da parte dei due confermati chef Tomei ed Esposito. Le prime dieci puntate saranno sfide di andata e ritorno ad eliminazione diretta. Durante queste messe in onda, nello specifico, ogni cuoco dovrà realizzare un piatto di una regione e poi di un’altra. L’obiettivo, ovviamente, sarà quello di conquistare il podio.

Ci saranno delle eliminazioni e chi riuscirà ad accedere alla seconda fase di Cuochi d’Italia, organizzata su cinque puntate da due manche l’una, dovrà, inizialmente, utilizzare un ingrediente tipico della propria regione e altri a sorpresa proposti dai giudici. Nella tornata successiva, invece, sarà l’avversario a scegliere e a proporre quali ingredienti usare tra quelli della propria cucina. Solo cinque concorrenti potranno accedere direttamente alla terza fase. Il sesto, invece, verrà ripescato tra quelli che sono stati eliminati. Questa fase, divisa in tre puntate, vedrà gli ultimi concorrenti rimasti in gara sfidarsi utilizzando i migliori ingredienti della tradizione scelti da loro.

Terminata questa ultima fase, solo in due riusciranno ad accedere alla puntata finale. La messa in onda conclusiva prevede, nello specifico, che i finalisti preparino un menù regionale composto da due portate che meglio rappresentano le eccellenze del territorio di appartenenza. Chi riuscirà a superare il giudizio di Tomei ed Esposito si aggiudicherà il montepremi di diecimila euro in gettoni d’oro e il titolo di Miglior Cuoco d’Italia. La nuova edizione dello show di cucina, come scritto in precedenza, andrà in onda dal lunedì al venerdì alle ore 19:30. Le puntante, inoltre, potranno essere riviste in streaming per un periodo limitato sul sito ‘tv8.it’ nella sezione video.

Condividi

Simone D'avolio

Lascia un commento