Nella Casa del Grande Fratello Vip 7, il momento delle nomination è uno dei più attesi e temuti della settimana. Infatti, è proprio qui che vengono scelti i nomi di coloro che potrebbero abbandonare il reality show. Il regolamento del gioco prevede una certa trasparenza. Tutti i vipponi devono scegliere la carta corrispondente a quella dell’identità del concorrente che vogliono candidare per il televoto. È impossibile tornare sui propri passi o selezionare più di una persona. Nell’ultima puntata, andata in onda lunedì 16 Gennaio, però, è successo qualcosa che ha coinvolto Micol Incorvaia e che potrebbe compromettere la sua posizione.

GF Vip 7, Micol Incorvaia nel centro del ciclone: provvedimento disciplinare in arrivo?

Gli spettatori del GF Vip 7 sono attenti anche ai più piccoli dettagli. Dopo l’ultima puntata, sui social network, si è alzato un vero e proprio polverone. In molti, infatti, hanno denunciato un comportamento scorretto da parte di Micol Incorvaia. La ragazza, infatti, nel momento delle nomination, non ha scartato tutte le carte con i volti dei vipponi, ma ne ha tenute due tra le mani.

Le ha posizionate in modo sovrapposto, probabilmente per non farsi vedere da Alfonso Signorini. Dopo essere stata interpellata, ha fatto il nome di George Ciupilan, dicendo di aver notato una scarsa partecipazione da parte sua. Quale sarebbe stata la sua seconda scelta?

Gli spettatori si scagliano contro Micol Incorvaia

Micol Incorvaia, avendo due carte in mano, in base all’andamento delle nomination, ha avuto la possibilità di scegliere in modo diverso rispetto ai suoi compagni di avventura. Se i fatti venissero accertati, questa rappresenterebbe una gravissima irregolarità. Molti spettatori stanno già chiedendo l’annullamento del televoto.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

Alfonso Signorini deciderà di chiarire l’accaduto? Oppure preferirà non farne parola? Bisogna ammettere che in questa edizione i provvedimenti disciplinari stanno stendando ad arrivare. Più volte, infatti, la produzione ha chiuso gli occhi davanti a fatti gravi e innegabili.