Alfonso Signorini non ha mai risparmiato di esprimere la sua opinione in maniera molto netta e chiara. Per questo non stupisce il duro giudizio sull’ospitata a Sanremo 2023 del Presidente dell’Ucraina, Voloymyr Zelensky, che apparirà con un videomessaggio durante la finale della kermesse canora.

Potrebbe interessarti: Quando inizia Sanremo 2023

Le dure critiche di Alfonso Signorini: “Non posso fare finta di ignorare”

Il conduttore del Grande Fratello Vip 7 non ha nascosto il suo stato d’animo riguardo al comportamento del Presidente dell’Ucraina. Sulle pagine del settimanale Chi si è definito amareggiato per la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2023 e non è la prima volta. Infatti, il giornalista ha provato lo stesso stato d’animo anche quando Zelensky posò con sua moglie Olena per Vogue. Per lui è una vera e propria mancanza di rispetto per chi lotta in prima linea in questa guerra.

“C’è in tutto questo un retrogusto amaro che non posso fare finta di ignorare. E non è la prima volta che mi capita. Ricordo ancora quando vidi il servizio glamour realizzato dal presidente ucraino con la moglie Olena sulle patinatissime pagine di Vogue. Non volevo credere ai miei occhi. Nel pieno della guerra, sullo sfondo di un tragico palcoscenico di macerie e di morti, quelle immagini erano un vero e proprio pugno nello stomaco”.

“Rispetto per chi ci ha rimesso la pelle”

Alfonso Signorini ha evidenziato come sia importante il contesto comunicato in cui Zelenzky manda il suo messaggio. Ci sono infatti canali ottimi, come la visita alla Casa Bianca e il discorso alle Nazioni Unite, in cui lui ha saputo sfruttare bene la possibilità che gli è stata data di partecipare, e altri invece che non dovrebbe proprio scegliere.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

“Esistono invece dei contesti che, seppur prestigiosi, sono stonati con la realtà della guerraEsiste anche un rispetto per chi è in prima linea a combattere, un rispetto per chi ci ha rimesso la pelle e per tutte le famiglie che sono state private di un affetto. Un giornale patinato, esattamente come la platea di uno spettacolo di svago e intrattenimento, stridono con tutto questo”.

Ma non è l’unico a pensarla in questo modo. Nei giorni scorsi tante critiche sono state mosse contro la partecipazione del Presidente ucraino alla kermesse canora, considerando anche il difficile contesto in cui sta vivendo. Questa sovraesposizione mediatica di Zelensky se da una parte giova alla sua causa per poter tenere viva l’attenzione sulla guerra tra Russia e Ucraina, dall’altro sta generando malcontento per i contesti – spesso anche glamour – in cui si inserisce.