Nella Casa del Grande Fratello Vip 7, l’atmosfera continua a essere molto tesa. I continui litigi, infatti, non fanno altro che creare maggiore distanza tra i concorrenti. Due notti fa, si è verificata una situazione che non è passata inosservata agli occhi dei fedeli spettatori. Nicole Murgia e Oriana Marzoli, infatti, hanno discusso vivacemente per via di Daniele Dal Moro. La prima, all’oscuro del bacio scambiato tra i due, ha accusato la modella venezuelana di essersi comportata male con lei. Le basi della discussione sono fondate, però, nelle ultime ore, sono emersi degli indizi che hanno fatto pensare si sia trattata solo di una finzione.

GF Vip 7, Nicole Murgia e Oriana Marzoli si sono messe d’accordo?

In un reality show come Il GF Vip 7, le dinamiche sono fondamentali. Senza di esse, infatti, non è possibile aggiudicarsi uno spazio nelle puntate del lunedì. Sembra che Oriana Marzoli e Nicole Murgia abbiano ben chiaro questo concetto. Nelle ultime ore, infatti, gli spettatori hanno iniziato a puntare il dito contro di loro. L’accusa è quella di aver inscenato il litigio relativo a Daniele Dal Moro. Pare che le due donne si siano messe d’accordo per regalare qualche momento di divertimento agli spettatori.

Ovviamente, non sono state le dirette interessate a confessarlo. Ciò che le ha tradite è stata una conversazione avuta poco prima.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina

Un video smaschera Oriana e Nicole: “Tu con me”

Le telecamere del GF Vip 7 sono sempre attive. I concorrenti hanno l’obbligo di tenere i microfoni in ogni momento della giornata, soprattutto dopo gli ultimi rimproveri degli autori. Questo rende quasi impossibile comunicare di nascosto. Le due donne hanno cercato di camuffare la conversazione, ma agli occhi di tutti è apparso chiaro l’argomento principale.

In un video, diventato virale, è possibile ascoltarle mentre concordano il successivo litigio: “Tu con me“. Ovviamente, non è possibile metterci la mano sul fuoco, ma la scena lascia poco spazio ai dubbi.