Nel corso delle ultime ore, in molti si sono posti delle domande in merito a cosa sia potuto accadere durante la notte di Capodanno dentro la scuola di Amici 22. Ma non solo, in quanto la domanda principale, la quale si ricollegherebbe alla prima, sarebbe legata al perché sei allievi siano finiti a rischio eliminazione (e due hanno abbandonato la scuola).

E, dunque, quale sarà stato il fatto gravissimo che avrebbero commesso? Ma soprattutto, perché questa cosa è stata affrontata durante la registrazione della puntata che andrà in onda domenica 15 Gennaio e non nel corso della scorsa settimana? D’altronde, la scorsa puntata domenicale, quella che ha mostrato l’eliminazione di Cricca e di Rita è stata registrata il 4 gennaio, dunque quattro giorni dopo l’episodio che ha creato tanto scalpore. Cerchiamo di fare il punto della situazione e di capire cosa si cela dietro tutto questo.

La furia di Maria De Filippi ad Amici 22

In merito a quanto accaduto durante la notte di Capodanno, pare che vi sia un filmato che avrebbe permesso di incriminare i diretti interessati. Le talpe che hanno assistito alla registrazione della puntata, hanno rivelato su Twitter che la conduttrice ha deciso di non mandare in onda quanto accaduto per la gravità del fatto stesso. Maria – nerissima e furiosa – avrebbe dato del co****ne a Wax.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina

Al momento, l’unica cosa che sembra essere certa è che i ragazzi colpevoli di quanto accaduto sono stati tutti puniti e due sono pure stati eliminati. Fra loro ci sono Wax – il quale, stando alla ricostruzione dei fatti, viene considerato come il capobranco – Tommy Dali, NDG, Maddalena, la new entry Valeria e il ballerino Samu. Come ben sappiamo, Tommy Dali non ha vinto la sfida e, per questo, è stato eliminato dalla scuola di Amici.

Intanto, tenuto conto delle decisioni prese e dei risvolti, gli internauti non hanno resistito a condividere pubblicamente le loro ipotesi più disparate in merito a quanto successo. Il pensiero, fino a ora, definito più surreale, farebbe riferimento a un buco sul soffitto.