Mediaset si lancia in un’operazione kamikaze contro il Festival di Sanremo 2023? In queste ore ore sono emerse delle notizie allarmanti sulla controprogrammazione della rete. Giuseppe Candela, su Dagospia ha rivelato che da Cologno Monzese si sta pensando ad opporre contenuti con i fiocchi per fare guerra di ascolti alla Rai.

ll cambio d’idea improvviso

Dopo 15 anni di armistizio, Piersilvio Berlusconi potrebbe opporre alla kermesse canora condotta da Amadeus alcuni cavalli di battaglia, come C’è Posta per Te, Il Grande Fratello Vip, Le Iene o altro. Una missione suicida che potrebbe “scippare” alla Rai giusto qualche punto di share.

Era il lontano 2004 quando Mediaset riuscì a battere Sanremo. Contro la macchina sanremese era stata opposta Barbara D’Urso degli anni d’oro, che batté con Il Grande Fratello la kermesse canora, incassando il 32,26% di share e 8 milioni di telespettatori. Tempi diversi e lontanissimi, a condurre Sanremo c’era Simona Ventura ed era la terza serata del Festival.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina

Ora tutto è cambiato. Sanremo è diventata una macchina da guerra macina ascolti, che fa svettare la rete nella gara di ascolti, anche nelle prime serate, figuriamoci il giorno della finale. Amadeus è riuscito in questi anni a creare il programma perfetto, in grado di avvicinare target diversi, dai giovani alle persone più anziane, creando hype, interazioni social e grandissima aspettativa. Inoltre, quest’anno con la partecipazione di Chiara Ferragni alla co – conduzione e Gianni Morandi, Amadeus si è assicurato una grandissima fascia di pubblico. Se Mediaset dovesse davvero arrivare a fare una scelta del genere perderebbe miseramente.

La conferma di Mediaset: “Riteniamo un valore aggiunto fornire al pubblico un’alternativa”

Dopo diverse ore è arrivata la conferma ufficiale dell’emittente. Dal comunicato si apprende che verrà mantenuta la “normale programmazione” perché in caso di eventi del genere, poco incidono sui ricavi pubblicitari. Dopo 15 anni si rompe il tacito accordo che lasciava troneggiare la Rai sugli ascolti nella settimana di Sanremo. Sarà l’inizio di una nuova epoca?

“Le reti Mediaset continueranno la propria normale programmazione anche durante la settimana di Sanremo 2023, l’evento di musica, costume e tv più importante in Italia: da editori riteniamo un valore aggiunto fornire al pubblico un’alternativa di visione e assicurare ai telespettatori Mediaset tutti gli appuntamenti abituali senza pause. Lo possiamo fare perché, dal punto di vista commerciale, l’andamento positivo della raccolta pubblicitaria Mediaset durante i Mondiali di Calcio ci ha dimostrato che in questa fase di mercato gli eventi in onda sulle reti concorrenti poco incidono sui ricavi pubblicitari della nostra programmazione”.

Dunque, stando così le cose, se non ci saranno cambi all’ultimo minuto, la finale di quest’anno della kermesse canora se la vedrà con Maria De Filippi, la regina degli ascolti in casa Mediaset. Una pioggia di polemiche si è abbattuta sulla rete in queste ore per quella che sembra un’operazione kamikaze in termini di ascolti. Resta grande perplessità per questo incredibile cambiamento di rotta dell’ultima ora.