Nel corso del daytime di Amici 22 andato in onda oggi, martedì 10 gennaio, abbiamo assistito a un confronto tra il ballerino Mattia Zenzola e la sua maestra Alessandra Celentano. Nello specifico, il ragazzo ha fatto delle confessioni a cuore aperto e ha chiesto dei consigli per migliorare come ballerino. Ecco cosa ha detto e cosa gli ha suggerito la sua insegnante.

I consigli di Alessandro Celentano a Mattia

Durante la puntata di oggi, Mattia ha deciso di incontrare la sua insegnante per chiederle dei consigli per migliorare sia per quanto concerne la danza, ma anche il suo look. A tale richiesta, la Celentano ha replicato dicendo che è da diverso tempo che lei e Umberto cercano di indirizzarlo sulla retta via, ma la sua testardaggine lo ostina a non tenere conto dei suggerimenti.

A questo punto, la maestra inizia a elencare tutte le cose che dovrebbe, in un certo senso, ‘modificare’ suggerendogli di prendere esempio anche dagli altri ballerini – come Umberto – al fine di presentarsi in maniera consona e decorosa. D’altronde, per la Celentano appare importante anche saper ‘copiare’, nel senso che appare utile come cose, al fine di presentarsi nel migliore dei modi durante un’esibizione.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

Difatti, lo definisce ‘antico’ in quanto, Mattia, sarebbe favorito se solo si alleggerisse da tutto quello che indossa.

La confessione di Mattia alla Celentano

Come dicevamo prima, Mattia si è anche aperto molto con la Celentano e le ha riferito di avere delle problematiche che lo hanno portato a non accettarsi mai come persona. Il ragazzo riferisce di non essersi mai piaciuto esteticamente, ma la sua maestra appare piuttosto attonita nel sentire queste parole, in quanto lo reputa un bel ragazzo. Il ballerino prosegue dicendo che trova difficoltà anche nel rivedersi sul piccolo schermo e di provare una certa inibizione anche quando si trova dinanzi alla telecamera.

La Celentano spiega a Mattia che queste sue insicurezze emergono anche quando lui si esibisce e, per tale motivo, deve lavorarci sopra, in quanto deve essere consapevole, non solo della danza, ma anche della sua fisicità, quindi del suo viso, del suo corpo e, al contempo, accettare anche determinati difetti, altrimenti non riuscirà mai a crescere.