Finalmente i concorrenti del Grande Fratello Vip 7, che erano risultati positivi al Covid 19, sono ufficialmente guariti e hanno fatto il loro rientro in casa. Dopo aver trascorso molti giorni in isolamento in hotel, si sono riconciliati con gli altri vipponi e qualcuno di loro ha pure svelato che cosa è successo durante le lunghe giornate in albergo.

GF Vip 7, cosa hanno fatto i vipponi positivi in hotel: le rivelazioni

La produzione ha fornito ai vipponi un cellulare da cui si poteva seguire solo ed esclusivamente la puntata. Patrizia Rossetti ha spiegato che avevano le cuffie e la doppia ricarica e dal telefono non seguivano solo la casa ma anche lo studio, proprio come una classica puntata che noi guardiamo da casa. In camera non avevano la televisione e questo era l’unico modo per seguire l’appuntamento serale e le dinamiche varie. La Lipstick ha svelato che dalla sua camera riusciva a comunicare con l’amica Wilma Goich. Hanno parlato a distanza, da una stanza all’altra, tant’è che la cantante ha spiegato a Patrizia che quella con Daniele Dal Moro è un’amicizia e niente di più. Evidentemente Wilma avrà avuto modo di pensare durante l’isolamento…

Con Wilma abbiamo parlato a distanza in albergo e lei mi diceva che con Daniele è amicizia. Adesso qui cambia versione e parla di amore platonico. Dallo studio facevano passare una storia d’amore e noi dicevamo che era un’amicizia. Adesso cambia opinione. Lei non mi ha parlato così quando eravamo in quarantena.

GF Vip 7, come hanno vissuto i vipponi positivi in hotel: il racconto

Wilma ha spiegato che gli mettevano da mangiare dietro alla porta della camera dell’albergo. Mettevano i pasti in dei contenitori chiusi. La Goich ha persino rivelato che Patrizia si lamentava moltissimo, brontolava ed urlava continuamente:

Ci portavano il mangiare da fuori. Oggi mi hanno portato la minestrina con i risoni, perché avevo mal di pancia. Ci davano tutto in dei contenitori chiusi. ragazzi non avete idea Patrizia Rossetti. Tutto il periodo che siamo stati chiusi lei brontolava, dalla finestra, dalla scala, che urlava. Ci sentivamo così.

Stando al racconto di Wilma Goich, in hotel era presente un guardiano che avvisava i vipponi che non potevano uscire dalle stanze ed incontrarsi. Per questo la Rossetti si lamentava ed urlava. La cantante dalla sua camera sentiva l’eco di Patrizia. Alla concorrente rispondevano anche Charlie Gnocchi e Attilio Romita:

I primi giorni non c’era nessuno, solo il guardiano che ci avvisava ‘non potete uscire e incontrarvi’. Quindi lei urlava dalla scala che era lontanina dalla mia camera, ma io sentivo l’eco. Io stavo al piano terra. Poi sentivi anche Charlie che rispondeva urlano, Attilio che si lamentava.