Soleil Sorge in questi giorni sta promuovendo il suo primo libro “Manuale di una stronza“. Per l’occasione è stata intervistata a Casa Chi da Azzurra Della Penna, Valerio Palmieri e Sophie Codegoni e non potevano mancare le domande sulla nuova edizione del Grande Fratello Vip. Benché ultimamente sia molto parca di giudizi, l’italoamericana ha risposto alle domande dei giornalisti mettendo in chiaro cosa pensa di alcuni vipponi.

Il giudizio su Antonella Fiordelisi: “Non è la mia erede

Da quando la schermitrice ha iniziato il suo percorso al Grande Fratello Vip 7 è stata paragonata spesso a Soleil Sorge, soprattutto su Twitter. Il suo essere sempre la preferita del pubblico per diverse settimane mentre nella Casa era molto odiata, la sua strafottenza, il suo carattere forte, sono stati fattori che hanno contribuito a fortificare il paragone. Ma l’italo-americana non è d’accordo su tale parallelismo. Per lei assolutamente la vippona non è la sua erede, e aggiunge:

“Secondo me c’è carattere e carattere e c’è forza e forza e soprattutto un carattere forte va dosato con le giuste quantità. Non la vedo, non ho ancora visto la mia erede in Casa e non so se la vorrò vedere. Ma poi ognuno di noi è unico ed è questa la cosa bella”.

Sophie Codegoni, grande sostenitrice della sua ex compagna d’avventura non ha potuto che concordare con le parole di Soleil, del resto anche per lei Soleil è unica e inimitabile.

Il giudizio su Antonino Spinalbese: “Totalmente idrorepellente”

Ma quello che maggiormente ha stupito i fan che hanno ascoltato la trasmissione è il parere sull’ex di Belen Rodriguez. Soleil infatti ha dichiarato di non subire affatto il fascino del parrucchiere e non esserne né attratta mentalmente né fisicamente. Per lei, il suo tipo è ben altro.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

“Antonino personalmente non lo trovo neanche così attraente fisicamente e poi come personalità non è proprio il mio tipo. Totalmente idrorepellente al suo fascino!”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 𝑪𝒉𝒊 (@chimagazineit)