Al Grande Fratello Vip 7 non poteva mancare l’arrivo di Guendalina Tavassi, ospite in questa diciassettesima puntata. La concorrente ha affrontato nel cortile della Casa Antonella Fiordelisi, rea di aver dichiarato che suo fratello oltre alla simpatia deve dimostrare qualcos’altro, altrimenti risulta superficiale.

L’influencer ha ribattezzato la vippona “Tontonella” e non vedeva l’ora di attaccarla vis à vis, regalando al reality uno scontro in perfetto stile old school GF, tra frecciatine e trash no sense.

Guendalina affronta Antonella: Non sei una persona che può parlare di selettività”

Guendalina Tavassi appena arrivata Antonella dinanzi ai suoi occhi l’ha subito attaccata:

“Mi è dispiaciuto sentire delle cose da te che eri molto amica di Edoardo. Mio fratello è profondo ma a differenza tua, è selettivo. C’è una cosa che si chiama ironia, ma per capirla ci vuole un po’ di intelletto, se non lo capisci non è colpa tua”.

Immediatamente è arrivata la replica di Antonella Fiordelisi, che l’ha interrotta per denigrarla: “Non parlare di intelletto, stai dicendo solo baggianate“.

Guendalina dopo aver ripreso la parola, ha continuato il suo discorso:

“Non puoi permetterti di fare un discorso di selezione a mio fratello. Stavi con Gianluca, poi qui dentro quel povero Edoardo, quell’anima pia, poi Antonino che ha riversato il suo interesse su altre persone che non sei tu. Forse ti piace anche mio fratello? Non sparlare di mio fratello, che è una persona intelligente e ironica. Ma falla finita. Mio fratello è ironico, intelligente, selettivo. Stai portando avanti questa coppia in cui non credi neanche te”.

La replica di Fiordelisi è stata ben chiara: “Io capisco che non ti è bastato lo spettacolo con tuo fratello prima”.

Ovviamente da lì è nata una lite all’ultima frecciatina, in cui Antonella ha accusato Guendalina di non seguire il GF VIP e di essere, lì solo per visibilità, dando tra l’altro un cattivo spettacolo di sé, mentre la sorella di Edoardo l’ha accusata di non avere ironia e non capire il fratello:

L’ironia è per pochi, se non la capisce non è colpa sua”.