Vincitore di Amici e cantante di Tale e Quale Show, Antonio Spadaccino ha fatto coming out nel 2016, dichiarando di essere omosessuale. Nonostante abbia sempre vissuto tranquillamente la sua identità nel privato, racconta di alcuni tristi episodi avvenuti nel corso della carriera di cantautore. Ecco cos’è successo.

Antonio Spadaccino: “Il mondo della discografia mi chiedeva di nascondermi”

Per Antonio il problema è arrivato dopo. L’artista ha raccontato di essere sempre stato trasparente anche ad Amici, programma seguitissimo condotto da Maria De Filippi. Eppure, una volta approdato nel contesto discografico ha dovuto reprimere una parte importante di sè.

“Il problema è arrivato dopo, quando sono entrato in determinati meccanismi discografici. Che so, ad esempio, quando tu senti il bisogno di dedicare una canzone a un uomo anziché a una donna. E ti senti dire che “non c’è bisogno”, che “funziona di più nell’altro modo”. Ti dicono “vabbé, lascia stare, non ti esporre”. E invece secondo me gli artisti devono esporsi. Se non lo facciamo noi, chi deve farlo?”

Un’esperienza frustrante quella di Spadaccino, che afferma di essere stato vittima di un accanimento gratuito, con persone nel mondo dello spettacolo che non volevano dichiarasse la sua omosessualità.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

“..ero circondato da persone convinte che fosse “pericoloso che mi mostrassi in questo modo” e che temevano “perdessi una fetta di pubblico.”

Spadaccino: “Sono diventato un bersaglio”

Lo confessa il ragazzo stesso: non essere il prototipo di popstar accettato dal pubblico è sempre difficile. Un successo difficile da gestire quello avvenuto a soli 21 anni, che gli ha procurato numerose difficoltà.

“Non essere fisicato, non avere un orientamento sessuale accettato (che poi accettato da chi?) e metterci la faccia, crea disturbo. Non puoi essere non perfetto fisicamente, non puoi essere dell’altra sponda, non puoi essere anche talentuoso e fare questo mestiere provenendo dalla tv: c’è qualcosa che non va. E così sono diventato un bersaglio”