Una notte, quella appena trascorsa al Grande Fratello Vip 7, dedita alle confessioni e al mettere in evidenza quali sono i Vipponi ‘simpatici’ e quelli ‘antipatici’. Confidenze che nascono dopo alcune settimane di convivenza che portano, tra i coinquilini della casa più spiata d’Italia, a rivelarsi chi sono le persone a loro più affini e quelle meno. Protagonisti di queste rivelazioni sono stati: Edoardo Donnamaria, Elenoire Ferruzzi e Daniele Dal Moro, ecco cosa si son detti.

Le confessioni di Edoardo Donnamaria, Elenoire Ferruzzi e Daniele Dal Moro

Come dicevamo prima, all’interno di una convivenza che vede assieme un gruppo numeroso di coinquilini, appare normale che nascono delle amicizie e, quindi, delle simpatie e, di conseguenza, delle antipatie. A tal proposito, riuniti in giardino, Edoardo Donnamaria, Elenoire Ferruzzi e Daniele Dal Moro hanno colto l’occasione per rivelarsi chi sono i Vipponi più affini e meno a loro. Nello specifico, la performer ha riferito che tra le sue antipatie emerge la figura di Attilio, poiché marginale rispetto alle dinamiche della casa. Per gli altri due, invece, la presenza del giornalista è fondamentale, in quanto trasmette calma e serenità. Per Edoardo sono altre le persone meno interessanti e, proprio su tale affermazione, Elenoire lo blocca menziona Nikita e George dicendo di non sopportare le risate false.

Daniele non riesce a legare con Giaele, Patrizia e Pamela; mentre Edoardo con Amaurys e Antonino, sebbene non escluda anche il piccolo George, ma su di lui dice di non sentirsi di nominarlo in quanto lo reputa “buono”.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina