È ritornato l’Attilio Romita on fire. Dopo le bordate delle prime settimane in cui se l’è presa contro i reali d’Inghilterra, Alfonso Signorini e chi più ne ha più ne metta, ieri dopo la nona diretta del Grande Fratello Vip 7, il giornalista ha sbottato male.

L’indomito Attilio Romita contro la produzione: “Li coprono…Mettono l’immunità”

L’idolo del web è tornato. Il giornalista indomito che non si spaventa di fronte a niente è ancora qui. Sembrava che stesse riposando, e invece eccolo con le sue bordate che non guardano in faccia a nessuno.

Ieri sera, dopo essere finito in nomination per l’ennesima volta, il mezzobusto del Tg 1 non ha retto più e senza mezzi termini ha detto ad Antonella Fiordalisi che la produzione gioca sporco. Secondo la sua teoria infatti non appena “uno dei loro” è a rischio, viene subito data l’immunità così non potrà uscire dalla casa.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina

Un’accusa questa che venne fatta più volte per il caso Katia Ricciarelli, che infatti appena finì in nomination concluse per direttissima la sua avventura nel reality show di Canale 5. L’attacco di Attilio dunque, agli occhi di tanti, non è affatto infondato.

L’attacco a Charlie Gnocchi: “Se non ti avessero messo con l’immunità, eri già fuori”

Ma a chi si riferiva nello specifico Attilio Romita? L’ha spiegato poi, quando si è ritrovato nella sua stanza da letto. Infatti il diretto interessato è proprio uno dei suoi compagni di camerata: Charlie Gnocchi.

Per il giornalista se lui non avesse avuto l’immunità, sarebbe uscito subito. Dunque sarebbe “protetto” dalla produzione, ad avvalorare ciò c’è l’immunità regalatagli da Orietta Berti. Il vippone secondo lui godrebbe di un trattamento privilegiato, teoria questa non ignara al web. Infatti, in tantissimi hanno lamentato il gesto della cantante ieri sera perché Gnocchi è ritenuto coram populo uno dei protagonisti degli attacchi a Marco Bellavia, che se l’è cavata fin troppo bene, senza nemmeno una sgridata, anzi ritenuto un amico.

Insomma, ancora una volta l’Attilio on fire ha colpito e affondato. Ma Alfonso Signorini sarà così contento delle parole del giornalista? Certo che questo cast l’ha scelto proprio incontrollabile e pronto a scoppiare dal primo istante. Ci arriveranno tutti a Natale? Continuando così sembra proprio difficile.