Cosa non si fa in cerca di visibilità“, “Una volta a Venezia c’erano i vip veri“, “Ma chi sono questi?“… Sono solo alcune delle mille critiche fatte nei confronti dei basciagoni dopo quanto accaduto ieri sera sul red carpet della settantanovesima Festival del Cinema di Venezia.

Alessandro Basciano si è inchinato davanti a tutti i paparazzi, i fan e gli altri vip, per chiedere la mano a Sophie Codegoni, conosciuta nel dicembre 2021 quando è entrato nella casa del Grande Fratello Vip 6, dove l’ex tronista di Uomini e Donne si trovava fin da settembre. Una passione nata davanti alle telecamere, che è culminata con quella proposta d’amore davanti al pubblico internazionale giunto lì per ammirare le stelle del cinema.

Giornalista inglese critica aspramente i Basciagoni e diventa virale

L’ex gieffino l’aveva promesso fin da quando erano usciti dalla casa: l’anello per la sua Sophie sarebbe arrivato nel momento giusto. La data ce l’aveva già in testa e non la rivelava a nessuno. Così, all’improvviso, nel bel mezzo del red carpet ha stupito tutti. Un gesto che però non è andato a genio a diverse persone.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina

Innanzitutto perché il dolce momento ha effettivamente rubato la scena ai protagonisti del film The Son con Hugh Jackman, che tratta il tema della salute mentale. Sottolineiamo l’argomento perché un pungente giornalista inglese di GQ UK, Jack King, ha usato l’ironia per contestare il gesto. Ecco le sue parole:

“Non un influencer italiano che ha fatto la proposta di matrimonio alla sua fidanzata sul tappeto rosso di The Son. Un film molto cupo sulla depressione clinica”

Alessandro Basciano replica al giornalista

Il “bel Basciano”, come lo chiamava Alfonso Signorini ha subito replicato al giornalista, sostenendo che la proposta di matrimonio non era legata al film. Una risposta che lascia pensare non abbia colto l’ironia e i contenuti del film a cui era dedicato il red carpet che lui ha conquistato con la sua dichiarazione d’amore.

Il giornalista inglese non è l’unico

Ma benché i fan della coppia festeggino e siano grati ai loro beniamini per il gesto, in realtà il giornalista inglese non è stato l’unico ad esprimersi negativamente. Un altro attore italiano, Alessio Vassallo, che ha recitato in serie di successo come Squadra Antimafia, è voluto intervenire sul tema, scagliandosi duramente contro la coppia. Li ha definiti “fenomeni da baraccone” e ha lanciato l’allarme sulla “deriva pericolosa” che sta prendendo il Festival del cinema di Venezia, in cui per “i brand”, persone che non hanno da raccontare nulla occupano il red carpet, oscurando invece il lavoro di chi nel cinema ci lavora.

Com’è evidente, l’attore sta mettendo in allerta tutti perché questa proposta potrebbe essere la prima di altre, in cui non addetti ai lavori, ex partecipanti del Grande Fratello o di altri programmi simili, occupano la scena con gesti plateali, oscurando così l’essenza di quel momento dedicato esclusivamente al cinema. Nelle storie successive Alessio Vasallo ha detto senza mezzi termini che “sviliscono un posto sacro come Venezia” e accusa:

“Il nostro settore, la nostra categoria è silentemente complice… Siamo fuori di testa!”