Alfonso Signorini e la produzione del Grande Fratello Vip, in vista della prossima edizione, si sono messi alla ricerca di nuovi concorrenti da includere nel cast. Anche se diverse trattative sono ancora aperte, il conduttore, su Instagram, aveva pubblicato degli indizi per aiutare gli utenti a individuare i nomi dei futuri gieffini. L’iniziativa aveva avuto un grande successo, però, nelle ultime ore, c’è stata una smentita. L’ultimo indovinello rilasciato, infatti, riguardava un vip che, a dispetto di quanto annunciato, non varcherà più la porta rossa.

GF Vip 7, marcia indietro per un concorrente: non sarà nel reality show

Alcuni indizi rilasciati da Alfonso Signorini hanno lasciato poco spazio ai dubbi, mentre altri si sono rivelati più difficili da decifrare. Tra questi, c’è la foto di un pallone da calcio a strisce blu con la scritta: “Che bella cosa è na jurnata”. Molti utenti avevano pensato che questa descrizione si riferisse a Diego Maratona Junior, ma il diretto interessato ha subito smentito la notizia.

È stato il portale ThePipol da dare una risposta definitiva all’enigma: il vip in questione era Nicolò Pirlo, calciatore come il padre Andrea e amante del mondo della moda. Il 19enne avrebbe dovuto unirsi ai suoi compagni di avventura, però, all’ultimo momento, ha cambiato idea.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

Nicolò Pirlo dà forfait: ecco perché non sarà al GF Vip 7

Nicolò Pirlo non sarà un concorrente della settima edizione del Grande Fratello Vip. Stando a quanto dichiarato da The Pipol, era stato uno dei primi potenziali concorrenti ad essere contattato. Inizialmente, aveva dato la sua disponibilità, però, le cose, sono andate in modo diverso. Al momento, infatti, è impegnatissimo nel lancio del suo primo brand. Si tratta di un progetto molto importante che, a quanto pare, non è conciliabile con la partecipazione a un reality show.

Il giovane, su Instagram, ha rivelato di voler unire le sue due più grandi passioni: la moda e il calcio. È convinto che le maglie sportive non debbano essere indossate sullo durante le partite, ma anche in strada. Meritano di essere vissute:

Le maglie da calcio non devono rimare rinchiuse negli stadi: devono vivere nelle strade, essere indossate tutti i giorni da chi ama il calcio. Sto studiando la storia della moda nel calcio e tutte le volte in cui le due realtà si sono unite. Questa è la mia visione: un brand che porti il calcio negli armadi di chi lo ama.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da NICOLÓ PIRLO (@nickpirlo_10)