Carlotta Dell’Isola si è sposata nel weekend con un altro protagonista di Temptation Island: Nello Sorrentino. I due hanno partecipato al programma di Maria De Filippi come coppia e sono riusciti ad uscirne più forti che mai, ricevendo anche molti consensi per la simpatia di entrambi.

La polemica per il matrimonio di Carlotta Dell’Isola e di Nello Sorrentino

Il matrimonio dei due protagonisti di Temptation Island è stato un momento di grande gioia per tutti. Tantissimi sono stati gli invitati, tra cui anche molti volti noti del mondo dello spettacolo, tra ex del Grande Fratello Vip e personaggi dello spettacolo, tra cui troviamo: Cecilia Capriotti, Matilde Brandi, Giacomo Urtis e Samantha De Grenet.

A fare da damigelle a Carlotta ci sono state altri due volti noti di Canale 5, Sonia Lorenzini, protagonista di Uomini e Donne e Dayane Mello, ex GF VIP 5. Ma anche l’accompagnamento musicale è stato affidato ad un volto di Maria De Filippi: l’ex allievo di Amici: Valerio Scanu.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

Una platea importante, ma sono mancate le foto sui social. La coppia infatti non ha condiviso granché. Come mai? Probabilmente perché hanno dato l’esclusiva a Chi. Ma ad ogni modo i fan non l’hanno presa bene e hanno insinuato che il matrimonio sia stato pagato con la pubblicità.

Carlotta Dell’Isola si sfoga contro gli hater: “Imparate ad essere felici per le persone”

La neosposa Carlotta Dell’Isola, stanca di tutte le polemiche, è intervenuta sul suo profilo social con una storia in cui ha esortato le persone ad essere meno cattive e più felici. Le foto del matrimonio verranno pubblicate tra un po’, con calma. Con la sua solita verve simpatica, la ragazza ha apostrofato così gli hater:

“Questa corsa, ma dove andate? Ok, vedete tutto, poi è finita là. Non lo so io… ma poi che ca**o, tutta questa cattiveria sempre, pure per un matrimonio!”

E riguardo alle polemiche su chi avesse pagato il matrimonio ha chiarito che sono stati la sua famiglia e Nello a farlo. Esortando le persone ad abbassare i toni e a mettere da parte la cattiveria e la rabbia. Ma, anche se fosse stato pagato con la pubblicità o i soldi ricavati dalle copertine, che problema ci sarebbe?