La scorsa domenica, su Canale 5, è andata in onda l’ultima puntata di Amici. Dopo un’edizione ricca di colpi di scena, è stato Luigi Strangis a portare a casa la vittoria. I fan, però, non si sono lasciati sfuggire un piccolo particolare: nessun giornalista ha mosso delle critiche verso gli allievi. Questi ultimi, infatti, si sono limitati a osservare e a consegnare il premio finale, senza lasciar trapelare altri commenti. È stato Massimo Galanto, esponente di Tv Blog, ha dare una spiegazione a quanto accaduto tramite un podcast.

Amici 21, i giornalisti rimangono in disparte: Massimo Galanto spiega il perché

Sia gli spettatori che gli insegnanti, grazie alle performance dei ragazzi di Amici, hanno sviluppato le loro preferenze. Da giornalisti esperti, come quelli presenti durante la finale del talent show, ci si aspetterebbe una presa di posizione decisa. Il desiderio di esprimere il proprio punto di vista, infatti, dovrebbe essere il punto focale del loro intervento. In realtà, però, le cose sono andate diversamente. Nessuno degli addetti alla sala stampa, infatti, ha esternato le proprie critiche. Anche durante gli anni precedenti era successa la stessa cosa. Le loro prese di posizioni sono sempre state pacate e mai motivo di discussione.

Massimo Galanto è intervenuto nel podcast per giustificare tutto ciò. Stando alle sue parole, non c’è niente di strano in tutto questo. Il comportamento dei giornalisti non deve essere visto come qualcosa di negativo, anche perché è stata la stessa produzione a chiederlo: “L’invito che viene proprio esplicitato, non è implicito, è di evitare di rovinare la festa”

Massimo Galanto a favore della decisione di Amici: “È meglio di no”

Massimo Galanto ha paragonato la finale di Amici a una grande festa. C’è un clima gioioso, ricco di aspettative e non vale la pena rovinarlo con le critiche. È permesso ai giornalisti solo di esprimersi positivamente in merito agli allievi, ma i commenti negativi sono scoraggiati:

Se hai un commento positivo da fare su uno dei concorrenti alzi la mano e lo esprimi liberamente. Se invece devi venire alla finale di Amici e dire ‘tu sei peggio, tu sei ancora peggio, tu non sei capace’ allora forse è meglio di no

La produzione di Amici ha chiesto esplicitamente di non schierarsi contro i concorrenti. Tutti, prima di ricoprire il ruolo assegnatogli, hanno dovuto accettare questa clausola. Massimo ritiene che, in un programma importante come quello di Maria De Filippi, sia necessario rispettare determinate regole. Chi non desidera seguire determinate linee guida può rimanere a casa e non prendere parte allo show.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina