Tommaso Zorzi lancia una stoccata ad Alfonso Signorini, dopo le sue dichiarazioni contro l’aborto durante l’ultima diretta del Grande Fratello Vip 6. Un messaggio chiaro e conciso che sicuramente sarà arrivato al diretto destinatario.

Tommaso Zorzi contro Alfonso Signorini

Il vincitore dell’edizione passata del Grande Fratello Vip sul suo profilo Instagram ha così commentato nelle sue storie

“Sulla questione aborto: sono uomo e dunque non è affare mio. Quando nascerò donna la mia opinione potrà contare qualcosa. Nel frattempo, da uomo, ritengo che sia sacrosanto che una donna abbia facoltà di scegliere. Not my body, Not my choice”.

E ha aggiunto:

“Il movimento femminista “My body my choice” dice esattamente questo: nessun uomo può o deve sentenziare le decisioni che una donna prende sul proprio corpo. E credo che stia tutto qui”.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

L’influencer ha ricevuto tantissimi messaggi durante queste ore e ha voluto condividere una delle storie che gli è stata raccontata tramite direct Instagram. La protagonista non è una donna vittima di violenza, ma una ragazza che ha scelto di abortire perché il padre del bambino sarebbe stato un ragazzo tunisino che conosceva da appena un mese e con profonde differenze culturali. Inoltre lei era senza lavoro e avevano idee completamente differenti sulla vita da dare al bambino.

Tommaso Zorzi - testimonianzaTommaso Zorzi - testimonianza2

Perché condividere proprio quest’esperienza?

La scelta di Tommaso Zorzi è funzionale all’invio di un messaggio chiaro e netto: tutte le donne possono abortire senza essere giudicate. Non devono esserci condizioni particolari, come avviene in Polonia, ma tutte, indiscriminatamente, devono avere il diritto di scegliere che cosa fare del proprio corpo.

Un messaggio liberale, totalmente antitetico a quello lanciato da Alfonso Signorini nella puntata del Grande Fratello Vip 6.

La replica di Alfonso Signorini

Alfonso Signorini dal suo account twitter (non aperto al pubblico) non indietreggia minimamente:

Alfonso Signorini aborto

L’opinione personale di ognuno è libera e sacra. Ma, da comunicatore qual è, Alfonso Signorini avrebbe dovuto sapere che la sua frase avrebbe avuto delle grosse ripercussioni. La tematica dell’aborto, con tutte le implicazioni ad essa connesse, non può essere certamente un argomento da ridurre ad un “Noi siamo contro l’aborto” mentre si parla della cagnolina incinta di Giucas Casella.

Lo stigma sociale che ha accompagnato e – tuttora lo fa –  le donne che abortiscono è amplificato da un messaggio di questo tipo. Il plurale – maiestatis o meno – del messaggio di Alfonso Signorini ha duramente colpito l’opinione pubblica, Tommaso Zorzi compreso.

La casa di produzione del Grande Fratello Endemol, è dovuta correre ai ripari dissociandosi dal messaggio gratuito e privo di tatto espresso dal conduttore:

Anziché appellarsi alla libertà di espressione, tema molto caro anche a chi si è opposto al ddl Zan contro l’omolesbobitransfobia, il conduttore avrebbe dovuto scusarsi per aver trattato con superficialità il diritto all’aborto sancito da un referendum popolare.

Le reazioni

Ovviamente un’esternazione come quella di Signorini non è passata inosservata e non si sono fatte attendere le reazioni. Giorgia Meloni ha prontamente difeso il conduttore:

Una delle poche, perché intorno a lui tutti e tutte convergono nel condannare la sua condotta:


🔥 Non perderti le migliori offerte su TV e Casa, segui il nostro canale Telegram: t.me/scontipuntocasa 🔥