Ve ne sarete accorti. Questa nuova versione “vip” del Grande Fratello sta durando decisamente di più rispetto alle precedenti edizioni condotte da Alfonso Signorini e da Ilary Blasi. Stando alla data ufficiale della finale, ad oggi prevista per l’inizio del mese di marzo 2021, la durata del reality show di Canale 5 è tra le più lunghe per il fortunato programma targato Mediaset ed Endemol Shine Italy: 168 giorni di permanenza all’interno della Casa, di sicuro per i concorrenti, corrispondenti di fatto alla seconda edizione più lunga di sempre; la più lunga in assoluto, ricordiamo, è l’undicesima “nip” presentata da Alessia Marcuzzi.

I rischi della lunga durata del Grande Fratello Vip

Ma quali sono i rischi di una durata così lunga per la trasmissione? Andiamo con ordine e cerchiamo di capire, in cinque semplici punti, cosa comporta, per un format come il Grande Fratello Vip, aver man mano spostato sempre più in là la fine del reality show su Canale 5.

1)  Il cast di concorrenti va spesso in crisi. Ad oggi, ai partecipanti sono stati comunicati almeno due o tre prolungamenti rispetto alle intenzioni iniziali. In qualche caso, al di là della volontà di ritirarsi o meno, abbiamo anche assistito a vere e proprie crisi di pianto e rabbia. Caso emblematico: le urla di Maria Teresa Ruta, stanca di sopportare gli altri “vipponi” e di non essere sopportata.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

2) La dura realtà esterna che piomba sempre di più all’interno della Casa. È accaduto recentemente con Dayane Mello, che ha appreso l’inaspettata e dolorosa notizia della morte del fratello. E anche per Andrea Zenga la realtà degli affetti ha superato la parte, a tratti anche un po’ fantasiosa, del programma: papà Walter è entrato nella Casa del Gf Vip e il figlio è apparso decisamente scosso davanti alle telecamere.

Elisabetta Gregoraci si è arrabbiata3) I “vipponi” tra i più amati dal pubblico “costretti” al ritiro. Leggasi, su tutti, i nomi di Francesco Oppini ed Elisabetta Gregoraci che, ad un certo punto, dopo mesi di permanenza “vincente” all’interno della Casa, hanno dovuto scegliere – o almeno così è sembrato – tra vivere la vita vera e le dinamiche di un reality considerato interminabile. C’è chi ha scelto di abbandonare e di tornare agli affetti e alla vita quotidiana, riservando alla tv lo spazio che merita. Parola d’ordine: ridimensionare.

4) L’usura del format dopo più di trenta puntate. Cos’altro può raccontare un Grande Fratello che va in onda due volte a settimana e per più di sei mesi in un anno? Ore e ore macinate in diretta, tra flirt all’apparenza sempre uguali tra loro, nomination trite e ritrite e gossip sempre più provenienti dall’esterno (ultima non ultima: anche la proposta di matrimonio per Carlotta Dell’Isola). Una scelta che rischia di dare in pasto al pubblico sempre la stessa cosa.

Cristiano Malgioglio al Gf Vip5) L’appiattimento della Tv generalista verso contenuti ripetitivi. Una Televisione che ripete se stessa, nella speranza di rifare gli stessi numeri (non è stato così per lo speciale (fuori contesto?) del Capodanno – Happy New Year), rischia di non lasciare più spazio all’esplorazione di nuovi temi e alla sperimentazione di linguaggi più contemporanei. Così facendo, tra l’altro, il rischio di bruciare, e sul nascere, quell’atteso rilancio della carriere, di chi in genere partecipa ai reality anche per questo motivo, è ancora di più dietro l’angolo.

Leggi anche: Tutte le news dell’ultim’ora sul Grande Fratello Vip