Come si è conclusa la finale di Tu si que vales 2020

Come si è conclusa la finale di Tu si que vales 2020

Sabato 28 novembre è andata in onda la finale di Tu si que vales. A contendersi il montepremi da 100 mila euro in gettoni d’oro sono stati i concorrenti El Yiyo (danzatore di flamenco), Dakota e Nadia (coppia di ballerini), Kyle Cragle (drag queen) e Andrea Piras (prestigiatore e illusionista).

A seguire il nome del vincitore di Tu si que vales 2020: scopriamo insieme chi ha vinto la settima edizione del talent presentato dai co-conduttori Belen Rodriguez, Martin Castrogiovanni e Alessio Sakara, insieme ai quattro giudici Maria De Filippi, Gerry Scotti (colpito di recente dal coronavirus), Rudy Zerbi e Teo Mammucari, oltre a Sabrina Ferilli nelle vesti di portavoce della giuria popolare.

Il vincitore di Tu si que vales 2020

Il vincitore della settima edizione di Tu si que vales è Andrea Piras. Al televoto, il prestigiatore ha battuto la concorrenza degli altri tre finalisti, aggiudicandosi così un montepremi da 100 mila euro, di cui metà andrà devoluto in beneficenza: il mago di Foligno ha già fatto sapere che devolverà parte della vincita per finanziare la ricerca contro la leucemia, dedicando il primo posto alla compianta Veronica Franco, l’artista di 19 anni che a settembre sulla sedia rotella aveva cantato il brano Hallelujah.

📰 Segui Tutto.TV su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando la stellina

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tù Sì Que Vales (@tusiquevales_it)

Il record di Andrea Piras

La vittoria a Tu si que vales 2020 consegna ad Andrea Piras un insolito record: nel giro di dodici mesi, il prestigiatore e illusionista è riuscito nell’impresa di conquistare il secondo posto a Italia’s Got Talent, per poi raggiungere la prima posizione nella finalissima del talent di Canale 5.

Potrebbe interessarvi anche: Gerry Scotti dimesso dall’ospedale: “Finalmente a casa”

Condividi

Federico Pisanu

Appassionato di viaggi, da bambino volevo fare l'astronauta. Svanito il sogno aerospaziale mi sono appassionato alla scrittura, soprattutto in ambito tecnologico e televisivo. Per visione e mentalità sono inoltre affascinato da Steve Jobs e Michael Jordan.

Lascia un commento