Fausto Leali espulso dal GF Vip: “Non sono razzista, mi spiace che i miei familiari subiscano questa cosa”

Fausto Leali espulso dal GF Vip: “Non sono razzista, mi spiace che i miei familiari subiscano questa cosa”

Non si può certo dire che Fausto Leali non verrà ricordato per la sua parentesi, breve ma intensa, al Grande Fratello Vip 5. Dall’ingresso insieme a Matilde Brandi agli scherzi subiti dagli altri inquilini, passando per quattro chiacchiere in libertà su Mussolini e dintorni: prima dell’espulsione, Leali era stato uno dei protagonisti assoluti della prima settimana del GF Vip. Purtroppo per lui, il provvedimento disciplinare era per certi versi inevitabile: da anni in Italia – e nel mondo – si sta combattendo la piaga del razzismo, quindi rivolgere a un concorrente di colore la parola negro (nonostante il contesto scherzoso) poteva avere un’unica conseguenza.

Il perdono di Enock prima della squalifica

Molti si aspettavano che l’espulsione fosse comunicata a inizio puntata, ma le cose sono andate diversamente. Prima, infatti, Alfonso Signorini ha voluto parlare con Leali, spiegandogli come le parole nel corso degli anni possano cambiare di significato. Poco dopo è arrivato il perdono di Enock Barwuah, un gesto sottolineato dall’applauso del pubblico in studio e degli opinionisti. Queste le sue parole:

Comunque ho avuto la fortuna di conoscere l’uomo e la persona. Quindi, anche se non mi ha chiesto scusa, io lo perdono lo stesso. Vorrei però almeno le scuse per le altre persone che hanno ascoltato.

La reazione di Fausto Leali dopo il comunicato del Grande Fratello

Il perdono di Enock e le scuse dell’artista sembravano aver risolto la questione, ma il Grande Fratello aveva già preso la sua decisione ancora prima della puntata, anche alla luce delle polemiche piovute addosso a Fausto Leali dall’opinione pubblico, compresi l’ex calciatore del Milan Kevin Prince Boateng e il collega Cristiano Malgioglio.

🗣️ Segui Tutto.TV su Facebook, clicca Mi Piace!

Dopo la lettura del comunicato, in cui si annunciava la sua espulsione dalla casa, Leali ha cercato di difendersi, consapevole del danno d’immagine ricevuto: “Non sono razzista, mi spiace che i miei familiari subiscano questa cosa. L’intenzione di offendere non è mai stata nella mia testa“.

Anche Signorini, prima del suo arrivo in studio, lo ha voluto rincuorare: “Da un punto di vista umano questa squalifica non ha senso, da un punto di vista però della sostanza della parola, è una parola che non deve più apparire nel nostro vocabolario. Ci voleva un messaggio forte, e vogliamo che questo messaggio con grande fermezza arrivi“.

Si conclude dunque così l’avventura al Grande Fratello Vip 5 di Fausto Leali, che prima di lasciare la casa si è accordato con Enock per una cena a Brescia, dove avrà modo di scusarsi anche con Mario Balotelli.

Potrebbe interessarvi anche: Fausto Leali a rischio espulsione dal GF Vip: “Nero è il colore, negro la razza” (video)

Condividi

Federico Pisanu

Appassionato di viaggi, da bambino volevo fare l'astronauta. Svanito il sogno aerospaziale mi sono appassionato alla scrittura, soprattutto in ambito tecnologico e televisivo. Per visione e mentalità sono inoltre affascinato da Steve Jobs e Michael Jordan.

Lascia un commento