Facebook: Chi è il Nuovo Asso nella Manica per il Colosso dei Social?

Regina DuganÈ una delle menti più brillanti in circolazione e il suo approdo a Facebook fa intuire che nei prossimi anni dovremo aspettarci grandi novità dall’azienda multimilionaria.

 

Classe 1963, è originaria di New York ma attualmente risiede a Los Altos dopo essersi trasferita dalla vicina Mountain View dove lavorava per Google. È è infatti una delle persone più richieste al mondo per gestire i settori di sviluppo delle aziende. Nella sua carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo lavoro e per i benefici apportati ai reparti delle aziende che ha diretto.

I primi a scoprire il talento di Regina Dugan sono stati i pezzi grossi del ministero della difesa statunitense che assunsero Regina Dugan come diciannovesimo direttore del DARPA. Questa agenzia, il cui acronimo in italiano suona un po’ come “agenzia per i progetti di ricerca avanzata a scopo militare”, nacque nel 1954 per far fronte durante la guerra fredda alla sfida tecnologica che vedeva USA e URSS testa a testa. Gli scopi di questa agenzia sono dichiaratamente militari ma le sue ricerche hanno rivoluzionato la vita di tutte le persone sulla faccia della Terra. Basti pensare che internet, che oggi è permeato nel tessuto sociale, è nato da una iniziativa della DARPA, vi ricorda qualcosa ARPANET? Senza pensare ai più recenti droni e veicoli senza pilota. La DARPA è stata diretta da Regina Dugan per ben tre anni, durante i quali ha gestito circa 240 dipendenti e circa tre miliardi di dollari di finanziamenti statali annuali.

Dopo la sua esperienza con il ministero della difesa americano, Regina Dugan è stata assunta da Google nel marzo del 2012 dove ha diretto il team del progetto ATAP (Advanced Technology And Project).

Quest’anno ha lasciato Google per dirigere il team di Facebook di nuova formazione chiamato Building 8 con lo scopo di ideare piattaforme per la connessione a internet anche in aree dove il villaggio globale non è ancora arrivato.

Regina Dugan si è detta entusiasta di lavorare a tecnologie che abbiano l’essere umano come fulcro del progetto.

 

 

Lascia il tuo commento:

commenta