Progresso: Ecco cosa dice Bill Gates

progresso
progresso

Bill Gates per Reddit

Il progresso e lo sviluppo: per il magnate statunitense Bill Gates lo sviluppo è il progresso.

Il progresso non è solo utile ma anche necessario per lo sviluppo della civiltà umana. Progresso significa lavoro, significa risorse ed evoluzione. Progresso significa cultura e integrazione, perfezionamento ed evoluzione. Il progresso è la tecnologia che ci permette di vivere in un mondo sempre più collegato e veloce ma la parola progresso nei prossimi anni si dovrà coniugare soprattutto come sviluppo ecosostenibile.

Bill Gates si è prestato per la quarta volta al sito “reddit.com” per rispondere a tutte le domande degli utenti. Questa iniziativa, che coinvolge personaggi di spicco dell’economia americana, si chiama “AMA” (“Ask Me Anything” – Chiedimi qualunque cosa) e consiste nel dare la possibilità agli utenti del sito di porre domande, più o meno inerenti con l’economia.

Un utente ha approfittato della ghiotta occasione per chiedere al fondatore e presidente onorario di Microsoft quali siano i progressi che la società umana debba raggiungere nei prossimi venti anni per svilupparsi.

Questo lo scenario mondiale: crescita economica e demografica vertiginosa di Paesi come Cina, Brasile, India e Nigeria; sapranno coniugare la leadership economica con quella politica? Si prevede che nel 2050 il fabbisogno mondiale di cibo aumenterà del 40% mentre quello energetico addirittura del 45%; ci saranno risorse per tutti? Instabilità e tensioni politiche frenano lo sviluppo economico e il progresso della civiltà?

Bill Gates, nel rispondere, si è definito un “impaziente ottimista”; impaziente, perché non vede l’ora che questi traguardi nello sviluppo della civiltà umana vengano raggiunti e ottimista perché prevede balzi in avanti di una certa importanza. Progresso e sviluppo nei prossimi venti anni saranno cruciali per il futuro del mondo secondo Bill Gates: il progresso nei prossimi venti anni passa per tre punti che, se sviluppati, secondo l’americano, sono di fondamentale importanza per l’avanzamento della civiltà umana:

  • Il primo è sicuramente il miglioramento e l’innovazione delle fonti di energia per liberare il mondo dalla dipendenza dagli idrocarburi. Il magnate americano specifica che non ci sarà garanzia di successo immediato e che ci sarà bisogno, sia da parte dello Stato che da parte dei privati cittadini, di assumersi dei rischi per riuscire in questo intento. Serve un autentico miracolo energetico.
  • Il secondo punto è il progresso nella lotta alle malattie infettive soprattutto nei Paesi più poveri della Terra. La sconfitta di malattie come la tubercolosi o l’HIV, la poliomielite o la malaria è fondamentale per Bill Gates per l’avanzamento della civiltà. Lui stesso, infatti si sta impegnando in prima persona, tramite la fondazione creata nel 2000 con sua moglie (la Bill & Melinda Gates Foundation), per il miglioramento delle condizioni di salute nelle zone più povere del mondo. Il filantropo continua dicendosi fiducioso che, grazie al rapido avanzamento della scienza in campo medico, questo obbiettivo venga raggiunto quanto prima: la poliomielite è quasi debellata e altre malattie come morbillo e parotite sono sotto controllo e, sempre secondo il magnate americano, il cancro non sarà più un problema nei prossimi trenta anni.
  • Il terzo punto elencato da Bill Gates lo vede sempre in prima linea con la sua fondazione benefica: migliorare le dotazioni scolastiche in modo da fornire maggiore supporto agli insegnanti per migliorare l’istruzione. Progresso per Bill Gates significa sia migliorare gli strumenti a disposizione degli insegnanti che migliorare gli insegnanti stessi tramite nuove metodologie che aiutino loro nell’insegnamento e gli studenti nell’apprendimento. Questo è necessario a partire dai più bassi gradi dell’istituzione scolastica.

Bill Gates ha sfruttato questa occasione per ribadire come il progresso secondo lui sia fondamentale ma che sia necessario un progresso direzionato in modo da favorire lo sviluppo.

Lascia il tuo commento:

commenta