Miso: Scopri Perché è un Potente Alleato della Salute

miso

Dal Giappone un aiuto per il nostro organismo, scopriamo insieme il miso

Il miso è uno dei derivati fermentati della soia, ricco di proteine vegetali, privo di grassi e colesterolo, molto usato nella cucina orientale. Questa è la sua definizione empirica ma, oltre la parola miso, si svela un mondo intero di usi e proprietà benefiche. Il miso è ricavato dalla fermentazione della soia e, come il tempeh, e anche del miso esistono diverse varianti: al esso vengono aggiunti cereali come orzo, riso, segale, grano saraceno o miglio. Il miso di sola soia è detto Hocho Miso, il miso con orzo è il mugi Miso mentre il miso con il riso è il kome Miso.

miso-3

 

Alimento che nasce da un’antica tradizione giapponese, il miso è  comunemente usato in Oriente per integrare, con proteine di facile digeribilità e di alto valore biologico, una dieta solitamente povera di alimenti di origine animale. Il miso è ottenuto dalla lunga fermentazione dei fagioli di soia gialla in acqua e sale marino, a volte con l’aggiunta di cereali diversi come riso o orzo, che avviene sotto pressione in botti di legno di cedro e al riparo dall’aria. Durante i 12-24 mesi  il miso è sottoposto a due o tre travasi che hanno la funzione di ossigenare la massa in fermentazione e alla fine della quale si ottiene una pasta scura, dall’aroma e dal sapore caratteristici, contenente un buon 12-14% di proteine già in parte “digerite” (e quindi più assimilabili), sali minerali, oligoelementi, vitamine ed enzimi, questa è  cosiddetta  Fermentazione lattica

Proprietà salutari del miso

Trattandosi di un alimento sottoposto a fermentazione, il miso subisce una sorta di  predigestione, che gli conferisce  importanti proprietà digestive e rafforzanti dell’apparato digerente; inoltre contiene molti enzimi utili alla digestione e al riequilibrio della flora intestinale. Il miso  è ricco di proteine nobili ( fino al 20 %) fornendo tutti gli otto amminoacidi essenziali, senza però colesterolo o grassi come il cibo animale, di vitamine del gruppo B e di lecitina. A onor del vero, va anche detto che il miso è un alimento ricco di sodio, per cui gli ipertesi dovranno tenerne conto. Tra le altre proprietà benefiche di questo prezioso alimento,troviamo la ricchezza di sali minerali alcalinizzanti, calcio, sodio e magnesio che aiutano a combattere l’acidità del sangue. Quindi riassumendo:

  • ha un potente potere alcalinizzante;
  • è ricco di fermenti vivi, benefici per la digestione;
  • fornisce energia  grazie alla lunga fermentazione e alla presenza di zuccheri complessi;
  • ha la capacità di smuovere i ristagni nell’intestino;
  • agisce su problemi di gonfiore intestinale.

Per avere un’idea dei suoi benefici effetti possiamo  citare le parole di Martin Halsey, biologo nutrizionista, allievo per molti anni  della scuola di Michio Kushi ”Immaginate un esercito di piccoli giapponesi con spazzole e spugne che puliscono tutto il tratto intestinale con grande vigore, rimettendo a posto l’intestino e l’intero tratto digestivo”.

miso

Come si usa? Ricette e Consigli

l miso è consigliato a tutti, ma in particolare è adatto per contrastare gli effetti di un’alimentazione ricca di carne e alimenti acidificanti (proteine animali, zuccheri, cibi raffinati dall’industria, alcol),  a chi a problemi digestivi (si può sorseggiare il miso durante il pasto per facilitare la digestione), a chi sente di essere debole nell’apparato gastrointestinale, a chi desidera  prevenire  malattie come l’asma, le allergie, la carie dentaria, le malattie della pelle. Visto che il miso viene paragonato ad un dado vegetale, esso può essere aggiunto – ma solo a fine cottura –  a minestre, zuppe, stufati, salse e condimenti vari.  Il miso non va cotto (o bollito) per non far perdere la vitalità a fermenti ed enzimi.

La zuppa di miso

Nella  tradizione giapponese  viene preparata in molti modi differenti a seconda dell’area geografica.Di seguito la versione classica che si può personalizzare secondo la nostra fantasia e gusto, utilizzando le verdure di stagione preferite, consigliatissimo è il Daikon.

Ingredienti

  • 1 carota grattugiata
  • 1 pezzo di daikon grattugiato o a listarelle
  • 1 cipolla sminuzzata
  • prezzemolo tritato (oppure erba cipollina)
  • 8-10 cm. di alga wakame (da mettere a bagno 10 minuti in acqua tiepida e tagliare a strisce sottili)
  • 2 cucchiai di miso,
  • 2-3 tazze d’acqua.

Preparazione

Mettete  a bollire l’acqua. Mettete a cuocere l’alga wakame, dopo un paio di minuti aggiungete cipolla e carota, poi il daikon, e cuocete il tutto per 5/7 minuti. Nel frattempo sciogliete il miso in acqua tiepida fino a ridurlo ad una purea; aggiungetelo alla zuppa, spegnete la fiamma e  coprite per altri 2-3 minuti, infine mescolate. Prima di servire aggiungete il prezzemolo o l’erba cipollina, se lo gradite. Importante: il miso non deve bollire, solo così conserva le sue proprietà. Nel video sottostante trovate anche il tutorial della ricetta della zuppa di miso. Buon appetito!!!

Lascia il tuo commento:

commenta