Massoneria: gli ideali di ieri e la realtà di oggi

Massoneria

Dalla massoneria del ‘700 alla lista MagaldiMassoneria come sinonimo di attualità.

Che la massoneria ricopra ancora oggi un ruolo importante nella nostra società pare ormai fatto assodato. Ma, forse, non avevamo una precisa idea di quanto grande fosse tale potere.

È bene ricordare, per i poco avvezzi, che la massoneria nasce in Italia nei primi anni del ‘700 e si pone come principio cardine il miglioramento dell’uomo e dell’umanità. Promuove la ricerca della verità e i valori universali quali lealtà, fedeltà, amicizia, altruismo.

Non c’è buono senza una propria controparte cattiva. Accanto ad una massoneria dai sani principi ve n’è una malsana. Una massoneria accentratrice di potere che detta legge sugli accadimenti più importanti di ogni società e stato.
È, del resto, storia che la massoneria sia stata diverse volte associata al satanismo. Vista come un potere capace di manipolare le menti umane, varie sono state le diatribe attorno a questi gruppi di persone che, riuniti in Logge, portavano avanti intrighi e complotti. Non dimentichiamo che spesso la massoneria è stata al centro di dibattiti in merito alla cosiddetta “Teoria del complotto”.

Massoneria e potere: le Ur-Lodges

massoneria

Si parla oggi di massoneria deviata, dove i capisaldi diventano l’accentramento del potere, l’indifferenza al benessere dei popoli. Una massoneria che parrebbe vivere un ruolo da protagonista anche negli accadimenti dell’11 settembre, nella strage di Parigi, e in molti altri ancora.

Protagonista è anche uno dei massimi esponenti della massoneria di oggi, Gioele Magaldi. Gran Maestro del movimento massonico “Grande Oriente democratico” (God), Magaldi getta nuova luce sulle cospirazioni di queste società segrete e sulle attività dei cosiddetti “illuminati” delle “Ur-Lodges”, protagoniste del potere globale degli ultimi decenni.
Lo fa, nel suo libro “Massoni. Società a responsabilità illimitata”.

Scrive Magaldi:
«Dalla costruzione dell’Europa alla guerra dei sei giorni e a quella dello Yom Kippur, dal crollo dell’Impero sovietico alla crisi dell’eurozona dei giorni nostri e al perdurante e archetipico conflitto israelo-palestinese, assai poco sembra sfuggire alla progettazione e al controllo di queste segretissime e potentissime superlogge: entità cosmopolite e sovranazionali che riuniscono gli ottimati della modernità e si contrappongono o si alleano fra di loro, ormai da decenni, in una dialettica a volte tragica e feroce, interpretata dalle correnti più progressiste e da quelle più conservatrici e oligarchiche della libera muratoria planetaria, non senza le tante sfumature di molte zone grigie, composte da moderati che non vorrebbero essere coinvolti in questo drammatico scontro fratricida per il potere globale e locale…»
(Magaldi – Massoni. Società a responsabilità illimitata)

Il Gran Maestro parla di una guerra tra massoneria progressista e conservatrice, dove i massoni appartenenti alla prima categoria cercano di mantenere saldi i principi originari del movimento massonico mentre i secondi sarebbero interessati esclusivamente al potere e all’egemonia sul mondo.
Un libro shock in cui Magaldi ci spiega, non solo, la nascita delle “Ur-Lodges” ma fa anche nomi e cognomi dei massoni che oggi, sia in Italia (se ne contano 26.140) che all’estero, detengono il potere. Vediamo, di seguito, alcuni dei nomi più illustri:

  • in Italia:
    Mario Draghi, Giorgio Napolitano, Mario Monti, Fabrizio Saccomanni, Pier Carlo Padoan, Massimo D’Alema, Domenico Siniscalco ,Giuseppe Recchi , Corrado Passera, Ignazio Visco, Enrico Tommaso Cucchiani, Emma Marcegaglia.
  • negli Stati Esteri :
    Angela Merkel, Barack Obama, Vladimir Putin, François Hollande, George W. Bush, Condoleezza Rice, Abu Bakr al-Baghdadi, Pedro Passos Coelho, Mariano Bernard, Nicolas Sarkozy, Manuel, Bill Gates.
    ( Fonte )

Secondo quanto sostiene Magaldi, le prove documentali sono all’interno degli archivi delle varie Ur-Lodges. Nel libro stesso egli afferma che tutto il materiale utilizzato per la stesura del libro è stato fotocopiato e depositato in diversi studi notarili e legali e che, in caso di contestazioni, è pronto a renderlo pubblico con un adeguato risalto mediatico.