Malva, la Pianta della Salute: Quanti Benefici Poco Conosciuti!

malva

Malva: ecco tutte le proprietà curative dei suoi fiori

La malva è una pianta appartenente alla famiglia delle Malvacea ed è probabilmente originaria del Nord Africa, ma oggigiorno si può trovare sparsa su tutto territorio italiano, dove cresce spontaneamente. È una pianta curativa dai mille benefici: come dicevano i nostri nonni, è la pianta della longevità ed è la “protettrice della salute”.

In particolare i fiori della malva sono ricchi di sali minerali, ossalato di calcio, potassio e vitamine, elementi con azione antinfiammatoria e antibatterica. È composta da mucillagini (circa il 15% della sua composizione), cioè una sostanza viscosa e collosa utile per costruire la membrana sui tessuti affinché non siano penetrati da batteri e altri agenti irritanti. Proprio per questo la malva protegge le pareti intestinali, difende le mucose ed è un toccasana per l’intestino.

Per il suo potere rinfrescante ed emolliente, la malva agisce anche contro tosse, bronchiti, irritazioni del cavo orale e delle vie urinarie. Utile per i malanni invernali, la pianta può dunque aiutare a ridurre il gonfiore delle tonsille, placare la tosse e sbloccare il naso chiuso. Bevendo gli infusi di questa pianta, le mucillagini vanno a depositarsi sulle mucose irritate, impedendo così infezioni e garantendo un immediato sollievo.

malva

Alla malva vengono anche attribuite proprietà lassative, perché sono sempre le mucillagini che rendono le feci bloccate nel colon più morbide e facili da espellere. E anche in caso di gastriti o di reflusso gastroesofageo, la pianta può essere d’aiuto proteggendo lo stomaco dagli acidi gastrici.

La malva è un valido toccasana anche per quei fastidi esterni dell’organismo, quindi è adatta per fare impacchi sulla pelle, per curare l’orticaria, l’orzaiolo, la dermatite atopica e anche le scottature da esposizione al sole.

Infine, questa pianta miracolosa non solo fa bene al corpo, ma ha effetti benefici anche sull’anima: può infatti aiutare a rilassare, calmare ed espellere le tossine mentali che accumuliamo a causa dello stress e delle preoccupazioni quotidiane.

Insomma, la malva, con i suoi splendidi fiori lilla, ha sicuramente un ruolo di rilievo tra i vari rimedi naturali. Inoltre, non presenta controindicazioni né reazioni allergiche, anche se si sconsiglia in ogni caso l’abuso. Può essere utilizzata anche dalle donne in gravidanza.

Infuso di malva, un ottimo rimedio naturale

Oggigiorno la malva viene utilizzata sotto forma di estratti secchi titolati, infusi, decotti, pomate, supposte e tintura madre. Per riequilibrare e ripulire il vostro organismo potete preparare un infuso di malva e berne una o due tazze ogni sera prima di andare a dormire.

Ecco ciò che vi occorre:

  • 25gr foglie e fiori di malva essiccata
  • 1 litro di acqua

Il procedimento è molto semplice. Innanzitutto, in un pentolino portate ad ebollizione 1 litro di acqua, aggiungete la malva e lasciatela bollire per qualche minuto. Spegnete il fuoco e lasciate riposare l’infuso per circa 10-15 minuti. Filtrate poi l’infuso versandolo in una bottiglia di vetro.

In alternativa potete adottare una tecnica utilizzata dagli antichi Romani: ponete le foglie di malva nell’acqua quando fate un bagno rilassante, vi aiuteranno a combattere la stanchezza, a ringiovanire la pelle e a ritrovare la tranquillità.

Lascia il tuo commento:

commenta