Tecnologia: Quali le Novità? 7 Invenzioni un Tempo Impensabili!

invenzioni tecnologiche

Le ultime 7 Invenzioni Tecnologiche

Dall’elettronica di laboratorio al miglioramento della nostra vita.

Vi siete mai chiesto perché le invenzioni tecnologiche richiamano sempre una grande attenzione da parte delle masse? Qual é l’elemento in comune tra la comparsa dell’uomo sulla faccia della terra e il 2016?

Dopo averci pensato un po’ ci si rende conto di come l’uomo ha da sempre cercato di migliorare la propria vita attraverso le scoperte e le invenzioni tecnologiche. Infatti, basta pensare all’invenzione della ruota utilizzata per trasportare gli oggetti pesanti. Anche la scoperta del fuoco é stata usata per migliorare la propria alimentazione e continuare ad ergersi su tutto il regno animale.

Tutti noi che viviamo nel 2016 siamo abituati ad utilizzare la tecnologia e a vederla presente in ogni angolo della nostra casa e pertanto ci sembra tutto ovvio e banale.

Si deve ammettere che grazie e a causa degli sviluppi tecnologici, tutti siamo convinti che tante altre invenzioni tecnologiche verranno create, ma la maggior parte della gente non riesce nemmeno ad immaginare quali saranno le prossime scoperte e invenzioni tecnologiche ad invadere le nostre vite quotidiane.

Se anche voi fate parte di questo grande gruppo, non temete perché vi anticipiamo le 7 invenzioni tecnologiche di tendenza previste per il 2016.

Invenzioni tecnologiche

La prima delle sette invenzioni tecnologiche è legata alla wearable technology.

Basta fare un giro in edicola e notare come negli ultimi anni stanno aumentando le pubblicazioni e le traduzioni dedicate interamente a questo settore veramente innovativo. L’idea che c’è alla base é quella di realizzare “gadget” con vari sensori elettronici che consumano poca energia e soprattutto sono in grado di monitorare vari parametri vitali del nostro organismo.

 

Invenzioni tecnologiche

Ecco quindi che appaiono sul mercato orologi in grado di misurare il battito cardiaco, la pressione sanguigna, la quantità di esposizione a raggi ultravioletti (pericolosissimi per la salute della nostra pelle), un misuratore di rumore audio, un contapassi con un misuratore di calorie smaltite.

Questi sono i gadget per la massa, ma é giusto anche sottolineare che molte aziende che operano in ambito medico stanno sviluppando sensori di monitoraggio continuo di varie patologie. Ecco quindi che grazie a questo settore, molti cardiopatici, diabetici, talassemici etc… potranno condurre sempre più una vita ordinaria senza l’ingombro delle vecchie macchine di monitoraggio e liberi dall’obbligo di dover necessariamente andare in ospedale per i frequenti controlli.

La seconda delle invenzioni tecnologiche del 2016 riguarda l’IoT.

L’IoT, ovvero il così detto Internet of Thing (tradotto in italiano con Internet delle Cose) è una invenzione tecnologiche che è già realtà per tante applicazioni ed in continua evoluzione perché continua a invadere sempre più settori e nicchie.

Ma esattamente, cosa è l’IoT?

Cari lettori, l’IoT indica la possibilità da parte di ogni oggetto di connettersi in modo autonomo alla rete e di essere raggiunto da ogni parte del mondo. Da alcuni anni si ha la possibilità di interrogare da remoto, con un semplice smartphone, le telecamere di videosorveglianza senza la necessità di un impianto di videosorveglianza professionale.

Questo vuol dire che oggi, con pochi euro, si puo acquistare una telecamera con un web server integrato e con la relativa applicazione per connettersi ad essa tramite internet. Visto l’interesse sempre crescente da parte delle aziende per questo mercato, ecco che ogni giorno si trovano sempre più oggetti compatibili con l’IoT. Già oggi si trovano sul mercato alcune prese elettriche che si possono interrogare da remoto.

In questo modo è possibile accendere una luce, un elettrodomestico piuttosto che controllare il consumo di energia elettrica da parte di un motore da remoto.
Cari lettori, riuscite a immaginare quali sono le potenzialità di questo settore?

Se siete interessati a gadget già presenti sul mercato che implementano l’IoT potete dare un’occhiata ai seguenti oggetti presenti su amazon.

Al terzo posto tra le invenzioni tecnologiche  troviamo la cosidetta realtà aumentata:

Entrambi questi settori sono in rapida espansione dal 2015 e le previsioni per il 2016 sono anche migliori. Infatti, gli esperti di questo settore si aspettano una crescita commerciale sempre più grande.

Sono già presenti alcuni gadget sul mercato e uno dei più diffusi è il galaxy gear con cui puoi usare lo smartphone al fine di ottenere una esperienza di realtà virtuale in ogni dove e in ogni quando perché piccolo e facile da usare.

Leggermente differente è la conoscenza aumentata che è l’applicazione della telepatia digitale. Infatti, grazie alla nostra attività sul web si è in grado di influenzare il pensiero e le scelte di persone distanti migliaia di chilometri dalla nostra postazione informatica. Siamo dunque in grado di inviare informazioni da cervello a cervello senza contatto fisico, diretto o indiretto che sia.

Grazie agli sviluppi del settore della realtà virtuale e della realtà aumentata si potranno presto “aumentare” le proprie capacità neurali grazie a microcomputer impiantati sotto-pelle.

Alcuni scienziati dell’Università della California del Sud, tanto per fare un esempio, hanno sviluppato delle protesi mnemoniche che permettono a chiunque di recuperare a pieno la memoria. In caso di ictus, ad esempio, basterà “caricare i dati nella mente del paziente” e riprendere la vita di tutti i giorni.

Eccoci giunti alla quarta delle sette invenzioni tecnologiche dominata dai bot.

Sto parlando dell’automazione software che ci permette di aumentare notevolmente i livelli di produttività sul lavoro, ma non solo. Infatti, i bot rivestiranno un compito sempre più importante nella nostra quotidianità perché analizzando le nostre scelte, i nostri gusti e le nostre preferenze ci aiuteranno nel processo di scelta in qualunque settore, dalle notizie da leggere su internet, alla spesa per la casa.

È il momento di mostrarvi la quinta invenzione tecnologica: informatica quantistica.

Un concetto ancora di difficile comprensione, sebbene Google e anche altre grosse aziende quali IBM, ricercano, sviluppano ed investono in questa nuova frontiera dell’informatica.
Questo settore é ancora di ricerca e di laboratorio e per il momento basta sapere che questa invenzione rappresenta una vera e propria rivoluzione nel mondo dei calcolatori.

Vi anticipo solo che nel momento in cui diventerà di dominio comune, non si parlerà più di computer e bit ma di qubit e computer quantistici. In soldoni, la fisica nota ai più non sarà più utilizzata e si useranno teorie più sofisticate ed evolute, ovvero la cosiddetta fisica quantistica.

La sesta invenzione tecnologica è relativa alle machine learning.

In sostanza le reti neurali sempre più avanzate e sviluppate permetteranno di andare ben  oltre i limiti odierni dell’intelligenza artificiale. Grazie anche al supporto di sistemi informatici sempre più potenti e raffinati, ci si troverà di fronte a macchine in grado di analizzare autonomamente il mondo che le circonda e apprendere così nuove informazioni e nozioni.

Inoltre, con le reti neurali profonde (deep neural nets) ci si troverà di fronte a un nuovo tipo di machine learning, capace di analizzare database e dataset sempre più ampi (bigger data) e mostrare una intelligenza sempre più umana.

invenzioni tecnologiche

Ed ecco l’ultima e più interessante invenzione tecnologica del 2016: l’era degli oggetti autonomi.

Grazie a questa invenzione, l’automazione software avrà grosse ricadute a livello di automazione degli oggetti e mezzi.

Nel prossimo futuro veicoli autonomi e intelligenti e assistenti digitali personali saranno all’ordine del giorno: basti pensare alll’auto che si guida da sola (Google ha già alcuni prototipi), assistenti vocali come Siri, Google Now, Cortana e Amazon Echo.

Un giorno, non appena potremo contare su infrastrutture hardware sempre più ramificate e  potenti, questi oggetti diventeranno sempre più autonomi, arrivando a interagire in modo del tutto naturale con i loro proprietari.

E per finire ecco a voi un bel video italiano di dimostrazione della realtà aumentata con gli occhiali della Google.

 

Vi potrebbe interessare: http://www.tutto.tv/realta-virtuale/

Lascia il tuo commento:

commenta